Le parole sessiste, misogine e violente della politica indiana

Proprio ora che si è sopita l'indignazione generale per il documentario India's Daughter (con discreto anticipo rispetto all'ottimistica previsione che avevamo fatto qui sul blog), grazie al blog The Ladies Finger abbiamo occasione di analizzare nel dettaglio una delle fonti principali di diffusione dell'ideologia patriarcale sessista in India: le dichiarazioni dei politici.


Il collettivo di giornalisti e giornaliste che gestisce il blog è partito da una dichiarazione di Sharad Yadav (Janata Dal United) riportata dall'Indian Express. Durante una discussione in parlamento riguardante una proposta di legge sulla copertura assicurativa nazionale, Yadav se n'è uscito con un commento estemporaneo sulle donne dell'India del sud. Questo:

"Le donne del sud sono scure ma sono...i loro corpi..."

Traduzione: nonostante la carnagione scura sia tratto estetico deprecabile secondo il gusto nazionale indiano, le donne del sud possono essere comunque ritenute molto avvenenti grazie alle loro curve.

Ripreso da un collega deputato per il contenuto sessista e fuori luogo del suo intervento, Yadav ha risposto "anche se la discussione è seria, non è detto che si debba essere sempre seri". E via così, fateci ridere.

Partendo da qui, su The Ladies Finger hanno recuperato, ordinato e spiegato venti dichiarazioni di questo tenore rilasciate da vari politici indiani negli ultimi anni, a dimostrazione del fatto che violenza contro le donne, discriminazione e sessismo sono tutt'altro che devianze di una certa fetta di società indiana, bensì moneta corrente nel dibattito politico nazionale.

Consiglio vivamente la lettura integrale del post, mentre qui sotto traduco una manciata di frasi per dare una minima misura di ciò che si sente costantemente in India quando alcuni politici eletti nella più grande democrazia del mondo si pronunciano in occasioni pubbliche (interviste, comizi, discussioni in parlamento).

"Anche se Dio scendesse in terra non sarebbe in grado di fermare gli stupri...gli stupri non si possono fermare" - Aziz Qureshi, governatore del Mizoram

"Un piccolo incidente di stupro a Delhi pubblicizzato su scala mondiale è in grado di costarci milioni di dollari di perdite in turisti" - Arun Jaitley, attuale ministro delle Finanze, uomo fidato di Narendra Modi, Bharatiya Janata Party

"Le donne giornaliste sarebbe meglio svolgessero lavori non sul campo, cose come analisi, piuttosto che le reporter" - Rajyavardhan Singh Rathore, ministro di gabinetto al governo centrale, Bharatiya Janata Party

"Se qualcuno dell'opposizione, o le mogli o le figlie, fosse qui tra voi, mi stia a sentire: se chiunque di voi oserà toccare qualcuno del Tmc, vi distruggerò, non vi risparmierò. Manderò i miei uomini a stuprare la vostra gente" - Tapas Pal, deputato nel parlamento del Bengala Occidentale, Trinamool Congress

"Le ragazze che fanno item numbers (scene ammiccanti e sensuali, ndr) nei film e si levano i vestiti dovrebbero essere dichiarate prostitute. Crediamo che le donne che guadagnano indulgendo in attività oscene siano prostitute. Diffondono sconcezze nella società" - Naveen Tiyagi, segretario generale della sezione dell'Uttar Pradesh dell'Akhil Bharat Hindu Mahasabha

"Chi mangia cibo non vegetariano come pollo o pesce è più incline a molestare o stuprare" - Vinay Bihari, deputato indipendente del Bihar

"[Lo stupro] è un crimine sociale che dipende sia dall'uomo che dalla donna. A volte è giusto, altre è sbagliato" - Babulal Gaur, ministro degli Interni del Madhya Pradesh, Bharatiya Janata Party

"Se una ragazza si veste in modo decente, nessun ragazzo la guarderà nel modo sbagliato... se volete la libertà, allora perché non ve ne andate in giro nude? La libertà deve essere limitata. Questi vestitini corti sono il frutto delle influenze occidentali. Nel nostro paese a una donna è richiesto di vestirsi decorosamente" - Manohar Lal Khattar, chief minister dell'Haryana, Bharatiya Janata Party

"Credo che se lo yoga entrasse nelle vite delle persone, allora gli episodi quotidiani di stupro non dico che finirebbero, ma sicuramente diminuirebbero" - Murli Manohar Joshi, deputato dell'Uttar Pradesh, Bharatiya Janata Party

"Ogni donna indiana dovrebbe avere almeno quattro figli e darne uno all'esercito e un altro a noi leader e maestri religiosi" - Sakshi Maharaj, deputato dell'Uttar Pradesh, Bharatiya Janata Party

@majunteo

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA
GUALA