Cittadini Ue, Brexit o Bremain?

Brexit o Bremain? Mentre i leader Ue si interrogano e aspettano l’esito del referendum inglese, la Brexit preoccupa i cittadini Ue? Non più di tanto. Se gli europei tifano perché l’UK rimanga a far parte del vecchio continente, allo stesso tempo non credono che ciò comporterebbe la fine dell’Europa.

REUTERS/Neil Hall/File Photo

È questo il risultato di un sondaggio condotto dal think tank Bertelsmann Stiftung sulle opinioni dei cittadini Ue sulla Brexit pubblicato alle porte del voto che chiama i cittadini inglesi a una scelta sulla membership europea. Gli spagnoli e i polacchi appaiono i più favorevoli alla permanenza della Gran Bretagna nell'Unione Europea, poi gli italiani (55%) e i tedeschi (54%). Dato che già tra i francesi scende al 41%. Tra i supporters dell’Europa, almeno il 72% spera che l’Inghilterra decida di rimanere nella famiglia Ue.

Brexit, cosa ne pensano i cittadini Ue

I più preoccupati per le conseguenze negative di una uscita della Gran Bretagna dall’Ue sono i polacchi e i tedeschi. In generale il 21% dei rispondenti al sondaggio crede nella necessità che il Regno Unito lasci l’Europa. Ma ciò che sorprende è che nemmeno nel mondo degli euroscettici sparsi nell’Ue si è così sicuro sul da farsi: solo il 38% degli anti Ue è determinato a scegliere la Brexit, gli altri risulterebbero persino contrari (30%) o indecisi (32%).

Per quanto riguarda gli effetti economici il 45% degli interrogati teme che l’Europa possa diventare economicamente più debole e un terzo prevede un indebolimento del vecchio continente rispetto al resto del panorama mondiale. Una piccolissima percentuale dei cittadini europei (10%) ha invece ipotizzato che l’Europa potrebbe addirittura trarne dei benefici dall’uscita del paese nordico.

In generale una buona proporzione dei rispondenti (45%) crede che in fin dei conti nel caso l’UK decidesse di uscire l’impatto delle conseguenze sarebbe poco o nullo anche nei singoli paesi Ue e che l’Europa resterebbe la stessa. A pensarla così soprattutto gli italiani , gli spagnoli e i francesi. Forse con un po’ di ottimismo.

Cittadini inglesi, tra Brexit e Bremain, meno integrazione Ue

E gli inglesi che ne pensano?

Anche tra i britannici (47%) è particolarmente diffusa l’idea che con la Brexit la situazione dell’Ue rimarrebbe tale e quale. Ma alcuni (43%) non la pensano così e prevedono un peggioramento nel continente dopo l’uscita. Ovviamente la maggior parte dei fans dell’uscita dall’Ue crede che l’Inghilterra andrebbe incontro ad una situazione migliore, così come chi spinge per rimanere teme invece conseguenze negative. Un terzo dei cittadini inglesi è in un limbo di incertezza sui futuri effetti di questa decisione referendaria. Ciò che differenzia l’opinione dei cittadini britannici dal resto degli europei, non è solo la leggera maggioranza a favore del lasciare l’Europa, ma anche che in ogni caso la maggior parte crede necessaria una minore integrazione europea in futuro. Ciò non si riscontra tra i rispondenti di nessun altro stato europeo che invece pensano che in futuro si debba lavorare seriamente per una maggiore integrazione economica e politica europea. Preoccupa che i critici verso l’Europa registrano i più alti livelli di consensi in Francia e in Italia, afferma lo studio, d’altronde in linea anche con le ultime elezioni locali italiane che vedono l’euroscettico Movimento Cinque Stelle vincente.

@IreneGiuntella

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA