eastwest challenge banner leaderboard

Lavoratori Ue a tasche vuote

Forse i lavoratori non sentono ancora la ripresa economica,  ma sicuramente non la percepiscono le loro tasche. I salari in almeno sette stati membri sono più bassi rispetto a otto anni fa. Questo è il caso anche dell’Italia che ha visto una diminuzione dello stipendio rispetto alla produttività in questo arco di tempo. Solo in Germania, in Bulgaria e in Polonia gli stipendi sono aumentati.

Un operaio pulisce un tappeto rosso in vista del vertice Ue di Bruxelles, in Belgio, il 9 marzo 2017. REUTERS / Francois Lenoir
Un operaio pulisce un tappeto rosso in vista del vertice Ue di Bruxelles, in Belgio, il 9 marzo 2017. REUTERS / Francois Lenoir

Il problema è che anche quando si parla di un livello di occupazione in ripresa si tratta di ore lavorative aumentate e non di lavoro effettivamente creato, in crescita è invece il lavoro part time. È quanto emerge da una ricerca dell’Istituto dei sindacati europei (ETUI) in collaborazione con la Confederazione dei sindacati europei (Ces) che denunciano una politica Ue sui salari ancora focalizzata sull’austerità che risulta controproducente anche per la produttività . Negli ultimi sette anni, si legge nella ricerca, l’austerità e le riforme strutturali deregolamentate hanno generato una mancanza di crescita del Pil , un incremento della disoccupazione, bassi tassi di investimenti sia pubblici che privati, crescita dei salari stagnante e tagli nelle politiche sociali.

Salari ancora troppo bassi

In diciotto paesi dal 2009 al 2016 gli stipendi sono cresciuti più lentamente rispetto ai livelli precedenti alla crisi (2001-2008):  è il caso dell’ Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Romania, Slovacchia , Slovenia, Spagna e Svezia. A calare sono soprattutto i livelli di crescita salariale annua della Romania che è passata da una media dell’11,2% allo 0,1%. Questo calo si registra anche in Lituania (dall'8,8 all'1% ) e in Lettonia dal 10,6 all'1,2%.

Mentre in sette stati Ue i salari reali sono diminuiti ogni anno in media del 3,1% in Grecia; di 1% in Croazia; 0,9% in Ungheria; 0,7% in Portogallo; 0,6% a Cipro; 0,4% nel Regno Unito, e 0,3% in Italia.

Nel nostro paese così come in Francia e in Grecia gli stipendi sono per lo più stagnanti.

Ciò che è drammatico è che anche nei paesi dove si registra un aumento dei salari, si tratta in realtà di un leggerissimo incremento rispetto alle retribuzioni precedenti già bassissime. Non si tratta dunque di un aumento salariale che permetta una vita dignitosa, questo accade in particolare nei paesi dell’Est Europa.

In generale sono cresciute le diseguaglianze nei salari dei lavoratori Ue e anche rispetto alle retribuzioni minime garantite esistono enormi differenze tra i paesi. Secondo un’analisi di Eurofound gli stati che sono entrati a far parte dell’Unione Europea più recentemente hanno dei salari minimi decisamente inferiori rispetto agli altri paesi: 500 euro in meno di media. In particolare in Bulgaria e Romania il livello di stipendio minimo garantito è sotto ogni dignità: rispettivamente 235 euro e 322 euro. Negli altri stati invece il minimo salariale eccede i mille euro e il più alto è in Lussemburgo 1.999 euro al mese, pari a 8.5% la Bulgaria.  In Italia non esiste invece alcun salario minimo e questo i lavoratori lo sanno bene.  Ma se il salario minimo serve a proteggere i lavoratori da retribuzioni estremamente basse, può avere però degli effetti collaterali ricorda il rapporto di Eurofound, può infatti portare ad una crescita di disoccupazione se non è accompagnato da politiche per la crescita della produttività e della qualificazione e quindi di creazione di lavoro. 

@IreneGiuntella

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA