A Donetsk, in attesa del cessate il fuoco

La lunga notte di Minsk ha partorito un accordo di pace per l’est dell’Ucraina. Il cessate il fuoco scatta alla mezzanotte del 15 febbraio, ora di Kiev. Nel frattempo a Donetsk l’artiglieria pesante continua a colpire, e a uccidere. Un diario fotografico di questi giorni nella “capitale” della repubblica di Donetsk.

  Photo:Danilo Elia

Fuori dall'obitorio di Donetsk, dopo la tragedia alla fermata dei bus "Tsentr"

 Photo:Danilo EliaPhoto:Danilo Elia

La stazione dei bus "Tsentr", poco dopo il colpo di obice

Photo:Danilo EliaPhoto:Danilo Elia

Quel che resta di un bus centrato in pieno 

Photo:Danilo EliaPhoto:Danilo Elia

Vita nei rifugi. Sotto la Dom Kulturij a Petrovskij

Photo:Danilo EliaPhoto:Danilo Elia

Sacchi alle finestre intorno alla stazione centrale

Photo:Danilo EliaPhoto:Danilo Elia

L'ex mercato vicino alla stazione

Photo:Danilo EliaPhoto:Danilo Elia

Colpi di mortaio alle spalle della stazione

Photo:Danilo EliaPhoto:Danilo Elia

Nei pochi locali aperti non si entra più armati. A volte.

Photo:Danilo EliaPhoto:Danilo Elia

Souvenir della Dnr in vendita vicino alla stazione dei bus meridionale

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA
GUALA