eastwest challenge banner leaderboard

Dossier Venezuela: da prima riserva petrolifere a disastro sociale ed economico

Per capire meglio cosa sta accadendo in Venezuela in questi giorni bisogna guardare indietro. Ecco un riepilogo di tutti i nostri articoli di analisi e approfondimento pubblicati dal 2015 ad oggi sulla crisi venezuelana.

Un dimostrante indossa una maschera antigas fatta in casa durante le proteste contro Maduro. Caracas, Venezuela 24 aprile 2017. REUTERS / Marco Bello
Un dimostrante indossa una maschera antigas fatta in casa durante le proteste contro Maduro. Caracas, Venezuela 24 aprile 2017. REUTERS / Marco Bello

Venezuela, non c’è un Cartello dei Soli ma i tentacoli del narcotraffico arrivano al governo

Guiomar Parada - 03 Maggio 2017

In Venezuela il governo Maduro si aggrappa al potere al costo di 29 vittime in un mese, di esacerbare la crisi sociale, economica e politica e di alienarsi la comunità internazionale. Ecco una ragione.

Perché un governo che ha perso clamorosamente le elezioni legislative, che è appoggiato solo da un quinto della popolazione si avvinghia così disperatamente al potere? Perché pur di non perderlo si arrampica sugli specchi con misure anticostituzionali e reprime così violentemente da inimicarsi i paesi democratici? Read more


Il Venezuela ha venduto passaporti ai terroristi?

Alfredo Spalla - 19 Aprile 2017

C’è un traffico illecito di passaporti venezuelani favorevole alle organizzazioni terroristiche. Anzi, no, c’è una spia al servizio degli USA che vuole delegittimare la diplomazia venezuelana. Mentre Nicolas Maduro gioca la sua partita presidenziale, tagliando garanzie democratiche ai cittadini, sul fronte diplomatico Delcy Rodríguez, Ministro degli Esteri, è impegnata in una questione di rilevanza internazionale. Si tratta di una storia complessa, con poche prove e molte accuse, che compie un giro largo. Parte da Baghdad, abbraccia Caracas, Madrid, Washington e termina (per ora) a Toledo. Read more


In Venezuela il governo Maduro spazza via il Parlamento

Guiomar Parada - 01 Aprile 2017

A mezzanotte di martedì 29 marzo il Tribunale Supremo di Giustizia (Tsg) – il massimo potere giudiziario venezuelano – ha reso note le sentenze con cui dissolve l'Assemblea Nazionale, il corpo legislativo venezuelano, e si assume tutte le sue competenze. Tutto ciò violando l’Art. 1 della Costituzione.

I giudici supremi del Tsg sono politicamente fedeli all'esecutivo, il governo di Nicolas Maduro, anche lui militare come il fondatore del "socialismo bolivariano", Hugo Chávez – nel 2010 Chávez però disse che sciogliere l’An equivaleva a un colpo di Stato. Read more


Il disastrato Venezuela è una pedina nella partita Trump-Putin?

Guiomar Parada - 27 Gennaio 2017

È il Venezuela, stando ad alcuni segnali, che potrebbe diventare il laboratorio della nuova politica Usa per l'America Latina e una carta nella trattativa con il presidente russo Vladimir Putin.

Da un paio di decenni, Caracas attribuisce all'"Impero" americano la colpa di tutti i mali del Paese, ma da quando alla Casa Bianca c'è Trump ha smesso di farlo. Anzi, ricorda la "campagna di odio" subita da Trump con cui vorrebbe "i migliori rapporti politici, economici e per l'energia". Read more


Venezuela in piazza per il referendum revocatorio mentre il chavista Maduro vuole resistere almeno fino al 2018

Guiomar Parada - Venerdì, 28 Ottobre 2016

In tutto il Venezuela, decine di migliaia di persone si sono radunate, nonostante i blocchi dell'Esercito, nelle strade, autostrade e stazioni della metro chiuse a Caracas, per protestare contro la decisione dell'esecutivo di bloccare la raccolta di firme per un referendum di revoca del Governo, previsto dalla Costituzione.

Mentre l'opposizione, che a dicembre ha vinto ampiamente le elezioni, chiamava i venezuelani alla "presa del Venezuela", il Presidente, Nicolas Maduro del Partito socialista chavista (Psuv), faceva il giro del Medio Oriente per promuovere un prezzo del petrolio più alto e fugare lo scenario di una bancarotta della Società statale del petrolio, dalla quale l'economia dipende per il 95%. Read more


1S: la grande presa di Caracas contro Maduro

Guiomar Parada - Mercoledì, 31 Agosto 2016

I venezuelani che vogliono un referendum sul governo di Nicolas Maduro stanno "marciando" su Caracas. A piedi, dallo stato di Amazonas distante 700 km dalla capitale, stanno arrivando i rappresentanti di 20 etnie indigene. Da altre città sono partite decine di organizzazioni civili. Un prete, Lenin Bastides, cammina perché la Commissione elettorale fissi la data per il referendum previsto dalla Costituzione. Se la Guardia Nazionale continuerà a bloccarlo inizierà uno sciopero della fame.

Per l'1S, la manifestazione convocata per il 1° settembre dal Tavolo per l'unità democratica (Mud), uno dei partiti dell'opposizione che a dicembre ha vinto le elezioni legislative, la disponibilità a manifestare giovedì è salita al 34% rispetto al tradizionale 10%, stando a un sondaggio Datincorp. Read more


Venezuela: cercansi mediatori anche in Vaticano

Guiomar Parada - Domenica, 17 Luglio 2016

A inizio luglio centinaia di donne hanno sfondato un posto di frontiera con la Colombia per andare a comprare cibo e medicine, che mancano anche per i malati più gravi come quelli oncologici o i trapiantati.

Il paese è allo stremo e il presidente Obama, l'Organizzazione degli Stati americani, Ban Ki-Moon, la Ue e papa Francesco, tra gli altri, sono preoccupati per la situazione della popolazione. Read more


Venezuela: una pentola a pressione che non scoppia

Guiomar Parada - 30 Novembre 2016

Il copione si ripete tutte le settimane in questa nazione ricca che ora soffre la fame. A La Isabelica, Caracas, forse il più grande quartiere popolare dell'America latina con i suoi 70.000 abitanti, tra i negozi assaliti c'erano i verdurai. La gente si è lanciata sui negozi di generi alimentari bloccando le vie di accesso con barricate improvvisate dopo l'ennesimo blackout.

La polizia è intervenuta con gas lacrimogeni e sparando a due uomini, ma poiché anche le loro famiglie hanno fame, anche poliziotti si sono messi saccheggiare alimenti. "Preferiamo che ci sparino che morire di fame", ha sintetizzato una signora. Read more


La perversa dinamica economica del Venezuela – Una spiegazione

Guiomar Parada - Sabato, 07 Maggio 2016

Una domanda sintetizza la situazione del Venezuela oggi: È possibile che il paese che detiene le maggiori riserve petrolifere al mondo subisca anche la peggior caduta in assoluto del Prodotto interno lordo, peggio di quelle del Sudan e della Guinea Equatoriale? Sì, la ricchezza del Venezuela si contrarrà quest'anno dell'8% secondo il Fondo monetario internazionale.

Per chi preferisce altre fonti, la Commissione economica per l'America Latina dell'Onu (Cepal) stima la contrazione in 6,9% e Latinfocus in 7,2%. L'inflazione sta per diventare iperinflazione (quando supera l'1% al giorno) – l'Fmi prevede che quest'anno supererà il 700%, un altro record mondiale. Read more


Venezuela: la mancanza d'informazione soffoca l'economia

Guiomar Parada - Martedì, 26 Gennaio 2016

In Venezuela non mancano solo i prodotti nei supermercati, manca anche l'informazione, quella ufficiale: dati sull'inflazione, indicatori economici credibili e cifre reali sulle riserve. Nei paesi democratici sono di dominio pubblico, perché è sulla base dei dati economici che le banche erogano credito, le aziende piccole e grandi programmano la produzione e le assunzioni, arrivano investimenti esteri e si aprono linee di finanziamento da organismi multilaterali.

In Venezuela, da più di dieci anni, cittadini, organizzazioni e aziende vivono in un limbo dell'informazione. Un recente grave esempio è il "colpo" con il quale il presidente Nicolás Maduro ha sottratto al Parlamento la capacità di nominare il presidente della Banca Centrale del Venezuela e i suoi alti funzionari. Lo ha fatto il giorno prima che scadesse la legge – Ley Habilitante – che gli dava pieni poteri "per difendere il Venezuela dall'attacco dell'imperialismo". Read more.


Dopo una vittoria schiacciante, la transizione sarà delicata e non solo in Venezuela

Guiomar Parada - Lunedì, 14 Dicembre 2015

Indistruttibile, la canzone del salsero Ray Barreto scelta dal chavismo per la campagna, ha rimbombato fino alla stessa domenica del voto, il 6 dicembre 2015. Una irregolarità elettorale, come ce ne sono state tante altre, ma anche così le elezioni legislative hanno regalato all'opposizione al governo di Nicolás Maduro una vittoria schiacciante.

Uno dei fattori decisivi ha nome e cognome. Jesús “Chuo” Torrealba è l'artefice dell'unione dei 18 partiti dell'opposizione dietro un unico simbolo ed è stato estremamente conciliante con gli sconfitti: "Ai nostri fratelli delle Forze Armate Nazionali l'apprezzamento e il riconoscimento (...)". Read more


Venezuela: oggi al voto fra speranza e possibili brogli. Intervista a Vanessa Ledezma

Davide Vannucci - 06 Dicembre 2015

Negli ultimi dodici mesi la discesa del Venezuela verso l'abisso ha subito un'accelerazione spaventosa. Con il petrolio a quaranta dollari al barile, le conseguenze, per un'economia che ne è totalmente dipendente, sono tanto inevitabili quanto disastrose. L'inflazione sfiora il duecento per cento, domina il mercato nero, come in tempo di guerra. Per conservare il potere, il presidente Maduro, l'erede scelto da Hugo Chavez, usa il pugno di ferro: i principali leader delle opposizioni sono in carcere (come Leopoldo Lopez, condannato a tredici anni e nove mesi) o ai domiciliari (come l'ex sindaco di Caracas, Antonio Ledezma), con accuse generiche e complottistiche. Read more


Venezuela, finale di regime violento

Guiomar Parada - Sabato, 05 Dicembre 2015

Gli animi sono incendiati in Venezuela nel conto alla rovescia verso le elezioni più volute della sua storia. Il chavismo, il progetto di socialismo iniziato da Hugo Chávez forte di alti prezzi del petrolio, è dato per sconfitto. Gli errori nell'economia, l'ubriacatura di potere tra i militari, la corruzione e la violenza diffuse ora potrebbero fare trionfare l'opposizione per la prima volta in 17 anni.

Messo alle corde da sondaggi che attribuiscono al presidente uscente il 20% nel migliore dei casi, il regime del presidente Nicolás Maduro ha tutto da perdere. Tra l'altro, che si aggravi la posizione dei militari coinvolti nel traffico internazionale della cocaina già ricercati dal Dipartimento della Giustizia Usa, oltre a far traballare un vasto sistema di relazioni clientelari e di potere in tutte le istituzioni. Read more


Il Venezuela sprofonda e spaventa gli USA

Guiomar Parada - Giovedì, 12 Marzo 2015

Il Venezuela è “una minaccia per la sicurezza nazionale”: ecco la sintesi dell’ordine esecutivo lunedì da Barack Obama. Il paese con le maggiori riserve di petrolio del mondo, ora flagellato da carestie, recessione e da una crescente insoddisfazione popolare, potrebbe essere una pentola prossima a scoperchiarsi e il Dipartimento di Stato non ha voluto trovarsi impreparato.

È la peggiore crisi diplomatica dall’insediamento del presidente Nicolas Maduro nel 2013, dopo la morte del populista, e popolare, Hugo Chávez. Read more


Venezuela: cronaca di un disastro annunciato

Guiomar Parada - Lunedì, 16 Febbraio 2015

Nel paese con le maggiori riserve di petrolio al mondo, gli scaffali nei supermercati sono vuoti e la gente ha fame. Il crollo del prezzo del petrolio ha mostrato le disastrose finanze dell’esperimento chavista. Il default potrebbe essere solo questione di tempo.

Le code che “avvolgono” gli isolati sono una scena quotidiana nelle città venezuelane. A Caracas, una donna seduta sotto un albero con un bambino dice che per comprare il latte, lei e il marito si alternano nella coda dalle 4,30 del mattino. Ma il latte è finito. E anche i pannolini. Un’altra si accontenterà di comprare del sapone. Ha un numero. Vuol dire che ha passato il primo controllo per i prodotti razionati. Read More

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA