eastwest challenge banner leaderboard

L'Africa al buio

Sono più di 550milioni gli africani senza accesso all’energia elettrica, dato che rende l’Africa il continente con il maggior numero di abitanti privi di elettricità. Un vero e proprio paradosso visto che molti Paesi africani esportano energia elettrica ma non hanno le infrastrutture per fornirla ai propri cittadini.

This composite image shows what the Earth looks like at night. Man-made lights highlight developed or populated areas of the Earth's surface, including the seaboards of Europe, the eastern United States, and Japan. Dark areas include the central parts of South America, Africa, Asia, and Australia. The image is a composite of hundreds of pictures made by orbiting USAF Defense Meteorological Satellite Program (DMSP) satellites.

A maggior ragione se si pensa che il continente potrebbe essere un bacino quasi inesauribile di fonti rinnovabili: l’acqua di fiumi e laghi, il sole che non manca mai, il vento che soffia sulle coste.

Ma come spesso succede agli africani poco o nulla rimane delle loro risorse.

Basti pensare che due delle dighe più grandi presenti in Africa, la Inga 1 e la Inga 2, costruite sul fiume Congo e finanziate da investitori, per lo più non africani, per miliardi di dollari, producono energia che va a finire quasi esclusivamente (l’85% circa) alle grandi industrie (straniere o con partecipazioni straniere) della Repubblica Democratica del Congo e alla popolazione urbana. Una popolazione urbana che rappresenta una minima parte di quella africana, che vive per lo più in aree rurali dove meno del 10% della popolazione ha accesso all’energia elettricità.

I dati pubblicati da The World Bank devono farci riflettere.

Mancano infrastrutture certo, ma manca soprattutto l’interesse da parte dei governi, in primis, e delle industrie, di rendere l’elettricità un bene alla portata di tutti, e non un’ esclusiva delle classi urbane abbienti e delle aziende straniere.

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

Eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città. Invia la tua domanda a eastwest

GUALA