eastwest challenge banner leaderboard

L'Africa e il tesoretto estero

Duecento miliardi di dollari, sono le riserve di liquidità che gli Stati Africani conservano in banche estere, al di fuori dei confini continentali,  a causa dell’instabilità del continente e dei rischi a questa legata. Secondo l’Economic Commision for Africa (ECA) i fondi, che sono pari a più di un terzo delle riserve totali dei paesi africani (500 miliardi di dollari), sono stati investiti per lo più in paesi sviluppati.  

 


Una scelta, quella di allocare parte delle riserve all’estero, criticata dall’agenzia Onu e che priva il continente di parte di quei fondi necessari per lo sviluppo , per la creazione di infrastrutture e per la riduzione del deficit.


Non è un caso quindi che l’ECA voglia aprire un dialogo con il Fondo Monetario Internazionale per provare a capire come queste riserve estere possano diventare un volano per l’economia africana.


Secondo l’African Development Bank (AfDB) l’Africa necessita di circa 100 miliardi di dollari annui per un piano delle infrastrutture serio e decennale. Ma per molti economisti la crescita dei conflitti in Africa mette fortemente a rischio dei possibili investimenti nelle infrastrutture e quindi un rientro delle riserve di liquidità nel continente.


L’Africa Orientale e la regione dei Grandi Laghi stanno vivendo un momento di forte instabilità e Organisation for Economic Cooperation and Development (OECD) considera tutti i paesi di quest’area, a parte la Tanzania, fragili e a rischio.


Nonostante l’impegno dell’ECA sembra quindi che, almeno per quanto riguarda il futuro prossimo, queste risorse rimarranno dove sono, privando l’Africa di una liquidità vitale per un tentativo di rilancio dell’economia. Un rilancio che non può che passare per la creazione di infrastrutture nuove e moderne che possano, nel rispetto della sostenibilità ambientale, fare da molla per un continente ricco di risorse ma incapace di gestirle e sfruttarle in maniera corretta.

La voce
dei Lettori

Eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città. Invia la tua domanda a eastwest

GUALA