eastwest challenge banner leaderboard

La UE spinge per una pace duratura in Irlanda del Nord

Il processo di pace in Irlanda del Nord è in gran parte arenato, principalmente a causa della crisi economica e della riduzione del bilancio per iniziative di distensione e progetti di sviluppo: ieri, giovedì, anche il Parlamento Europeo ha mostrato finalmente di accorgersene ed ha approvato una risoluzione.

The Jolly Roger flies from a house in the Loyalist Ballymacash estate on the outskirts of the city of Lisburn August 18, 2014. The flag is flown as a warning to non-residents that they are entering a Loyalist Paramilitary controlled area. REUTERS/Cathal McNaughton

L’Europarlamento, non a caso, ha sottolineato la priorità di ridurre la disoccupazione in Ulster, oltre a ricordare la gravità dell’interruzione dei colloqui nel dicembre dell’anno scorso, dovuta ad un insieme di rivendicazioni che andavano dai temi concreti come la spesa sociale a quelli identitari. L’aula ha espresso anche gradimento per la nomina del senatore americano Gary Hart (da parte del Segretario di Stato americano John Kerry) come inviato ai colloqui relativi al processo di pace.

Nella risoluzione approvata il 13 novembre l’assemblea ha chiesto a tutte le parti in causa di riavviare il processo di pace in Irlanda del Nord, partecipare ai colloqui avviati il 16 ottobre e affrontare temi spinosi nel quadro delle giovani istituzioni nordirlandesi, risalenti - nella loro attuale forma - agli Accordi del Venerdì Santo, siglati il 10 aprile del 1998.

I patti portarono, nel luglio del 2005, alla accettazione del disarmo da parte dellIrish Republican Army, pur determinando in parte consistente della comunità protestante filobritannica un risentimento che rafforzò il Democratic Unionist Party, entrato nell’esecutivo soltanto dal maggio 2007.

L’Europarlamento chiede la piena attuazione degli accordi, con l’avvio di complesso sistema di cooperazione tra il governo autonomo nordirlandese col Regno Unito di cui fa parte e con la Repubblica d’Irlanda.

Il programma “EU Peace”, di cui gli europarlamentari hanno caldeggiato un utilizzo costruttivo per tutte le parti della società nordirlandese, assicura centocinquanta milioni di euro per affrontare le questioni sociali urgenti nella provincia e in zone confinanti della Repubblica.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA