eastwest challenge banner leaderboard

Al G20 in Cina l'ospite d'onore sarà l'Egitto del golpista al Sisi

Il 4 e 5 settembre ad Hangzhou in Cina comincerà il G20. Sarà un'occasione tanto per la Cina quanto per molti leader che approfitteranno dell'occasione per incontri bilaterali, come Erdogan e Obama. Ci saranno anche due ospiti dei “paesi in via di sviluppo”: Egitto e Kazhakistan. In particolare proprio rispetto al Cairo c'è grande attenzione da parte di Pechino per importanti investimenti in infrastrutture.

Sarà il G20 delle quattro “i”, secondo lo slogan scelto da Pechino: «Costruire un'economia mondiale innovativa, vitale, collegata e inclusiva», ma al di là di tutto quanto si muoverà intorno al vertice, particolare rilevanza è stata data alla partecipazione dell'Egitto.

Il Global Times ha dedicato ampio spazio all'evento, sottolineando che “La Cina ha rimesso il vertice in pista e ha ripristinato i suoi obiettivi originali, in quanto summit economico in cui la cooperazione economica e lo scambio tra gli stati sono separati dal loro livello di relazioni politiche” secondo quanto dichiarato da Diaa Helmi, direttore della Camera di Commercio Sino-Egiziana.

Gli esperti hanno sottolineato che la Cina cerca “l’apertura verso il resto del mondo, tra cui l’Africa, il mondo arabo, la regione del Medio Oriente” e altri Stati, aggiungendo che l’Africa e gli Stati occidentali si stanno attualmente dirigendo verso la Cina, “riflettendo il successo dell’esperienza economica cinese come modello da seguire”.

“La Cina ridisegna la mappa economica mondiale, con un tempismo fondamentale, mentre il mondo soffre economicamente per il terrorismo, le guerre e i conflitti civili”, ha continuato Helmi, sostenendo che il vertice di quest’anno ha lo scopo di liberare il mondo da “vecchie politiche economiche stagnanti”, tra cui il dominio e il favoritismo politico.

Particolare attenzione è riservata alla partecipazione dell'Egitto al vertice: l’opinione degli esperti sulle possibilità dell’Egitto al vertice del G20, al quale si unisce per la prima volta, ha scritto il Global Times, è che sia una rara opportunità per il paese arabo di presentare le proprie opportunità di investimento ed evidenziare la relativa mappa economica, che potrebbe portare al paese maggiori investimenti esteri nel prossimo futuro.

“L’Egitto ha grandi progetti di sviluppo, in particolare il corridoio del Canale di Suez, e credo che questi progetti si integrino con l’iniziativa di una nuova via della seta proposta dalla Cina”, ha detto Ahmed Qandil, esperto di affari asiatici e capo del Energy Studies Program at Al-Ahram Center for Political and Strategic Studies.

Lanciata dal presidente Xi nel 2013, l’idea principale di questa iniziativa è di far rivivere antiche rotte commerciali a collegare la Cina con oltre 60 paesi in Asia, Africa ed Europa attraverso la Cintura economica della Via della Seta e la Via della Seta Marittima del XXI secolo.

“Inoltre, come membro fondatore della Asian Bank for Infrastructure Investment, l’Egitto non vede l’ora di ottenere finanziamenti per l’energia, i trasporti e altri progetti per realizzare lo sviluppo del Paese”, ha detto Qandil alla Xinhua, sottolineando la necessità di sviluppo dell’Egitto per ripristinare la stabilità nella regione del Medio Oriente colpita dal conflitto.

Ad Hangzhou nel frattempo proseguono i lavori e la preparazione dell'incontro: secondo quanto riportato dalle agenzie per diversi giorni centinaia di fabbriche in cinque province circostanti fermeranno la loro produzione.

In più miliardi di yuan sono stati spesi per dotare di nuove infrastrutture la metropoli, con i consueti volontari (760 mila) coinvolti nella gestione della sicurezza. Ferie per una settimana a molti lavoratori e ferreo controllo delle voci critiche.

@simopieranni

 

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA