Cina e propaganda: l'importanza del cibo e dei soldi

«Non ci sarà panico nei nostri cuori, finché il cibo non ci preoccuperà e finché le nostre mani saranno piene di soldi». Si tratta di una delle frasi di un video di propaganda realizzato dalla Cina per spiegare «i quattro complessivi», le priorità per il paese indicate da Xi Jinping nel dicembre 2014.

In Cina, si sa, i leader tendono a contrassegnare la propria permanenza al potere attraverso dei contributi teorici che poi, spesso, finiscono per diventare capisaldi del Partito.

Qui basti ricordare, dal punto di vista politico e nel periodo post maoista, le note teorie delle «quattro modernizzazioni» (dell’ex premier Zhou Enlai) o delle «tre rappresentanze» del grande vecchio Jiang Zemin. Altri come Deng Xiaoping privilegiarono altre forme e formule, come ad esempio «apertura e riforme», così come l'ultimo presidente Hu Jintao e il suo «sviluppo scientifico del socialismo». 

Xi Jinping aveva fin da subito lanciato il suo «sogno cinese», riempito via via di significato durante questi primi anni di leadership. Lo scorso dicembre Xi Jinping ha deciso di porre la sua prima pietra teorica, durante una visita nella provincia del Jiangsu, in Cina orientale. 

Lì avrebbe specificato che lo scopo della Cina è raggiungere una «complessiva costruzione di una società moderatamente prospera, il complessivo approfondimento delle riforme, il complessivo Stato di diritto, la complessiva realizzazione della disciplina di partito». Xi Jinping ha usato dunque quattro volte la parola «complessivo».

Da qui la teoria dei «quattro complessivi», si ge quanmian in cinese.

{youtube}6rXMLAmuWIs{/youtube}

Negli ultimi tempi la propaganda cinese sembra essersi rivolta a un pubblico giovane, on line. Ed ecco che lo scorso ottobre arrivò un canzoncina in inglese sul Congresso del Partito. Poi un video sul nuovo piano quinquennale. E ora il video sui «quattro complessivi».

Come racconta il New York Times (ma il video potete vederlo ed è pure tradotto in inglese da Shanghai Expat) nel video «il cantante principale è entusiasta e canta con un pesante accento di Pechino.

Una canzone che, come dice la Xinhua, «arricchirà le vostre conoscenze e vi aiuterà a raggiungere una buona forma fisica», potrebbe benissimo diventare una delle favorite canzoni delle famose, o famigerate, che le vecchiette ballano in Cina. La melodia cambia da ritmi sincopati al movimento finale della Nona Sinfonia di Beethoven, con le figure del fumetto che cantano «che con i Quattro Complessivi, il sogno cinese non sarà molto lontano».

Il video arriva contemporaneo ad alcune critiche alla macchina della censura metta in campo dal Partito. Critiche provenienti da un personaggio non secondario.

Come sottolinea il South China Morning Post, «Zhou Ruijin su Ifeng.com, un sito di news on-line della televisione di Hong Kong Phoenix TV, concorda con il presidente Xi Jinping che il lavoro di propaganda aveva bisogno di essere rafforzato, ma ha detto che i capi della censura sono andati troppo lontano, dicendo che ora c'é un disallineamento dell'intero quadro della riforma».

Zhou Ruijin è uno scrittore di 76 anni, che negli anni 90 emerse come una delle principali figure progressiste. Scriveva sotto lo pseudonimo di Huang Fuping, sostenendo gli sforzi della riforma di Deng Xiaoping in un clima politico profondamente conservatore. È poi diventato vicedirettore del People’s Daily, il giornale portavoce del Partito Comunista, dove è rimasto per cinque anni.

Il Scmp ricorda la recente ondata censoria voluta da Xi Jinping: «Pechino ha intensificato il controllo sui media e internet, mentre aggressivamente sta spingendo per una campagna ideologica. Alle università cinesi è stato ordinato di vietare i libri di testo che promuovevano i valori occidentali, e membri del partito sono stati puniti per “commenti inappropriati sulle politiche della direzione centrale”. Un gran numero di persone, tra cui celebrità e avvocati per i diritti umani, hanno sfilato sulla TV di stato, confessando presunti reati prima di una vero e proprio procedimento giudiziario».

@simopieranni

ARTICOLI CORRELATI

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA
GUALA