eastwest challenge banner leaderboard

Cina e Russia, a che punto siamo

Il commercio tra Cina e Russia è sceso del 30 per cento nell'ultimo anno, ma la partecipazione di Putin alla parata militare del 3 settembre hanno rinsaldato i legami economici tra i due paesi, o almeno così pare. Secondo Reuters, ad esempio, il Cremlino avrebbe fallito nell'irretire la Cina in importanti investimenti nelle infrastrutture, limitandosi a chiudere accordi “minori”.

Come riportato anche dal New York Times, inoltre, sembra arrancare quel progetto di fornitura di gas che aveva destato grande attenzione, perché arrivato in un momento molto delicato della crisi ucraina. Si tratta di un segnale rilevante da parte di Pechino: accorsa in aiuto di Mosca, la Cina non ha ancora deciso quanto investire in questa nuova “alleanza”.

Gli accordi energetici firmato lo scorso anno per il gas “hanno fatto pochi progressi e sono stati a malapena menzionati” durante l'incontro tra i due leader. “Quando i due si sono incontrati – ha scritto il New York Times, per colloqui dopo aver visto lo spettacolo di armi giovedi in Piazza Tiananmen, pare non ne abbiano parlato”.

Il commercio bilaterale che avrebbe dovuto superare i 100 miliardi di dollari solo quest'anno, in realtà è fermo a circa 30 miliardi, in gran parte a causa di una ridotta domanda cinese di petrolio russo.

Secondo il China Daily, invece, “Cina e Russia miglioreranno i business nelle aree di confine e la cooperazione economica in base al meccanismo degli incontri regolari tra i primi ministri dei due paesi per incrementare le attività commerciali e di investimento visto che le loro economie si trovano in una situazione di crescita più lenta”.

Alexander Tsybulskiy, vice ministro dello sviluppo economico russo, ha specificato che la Russia avrebbe in programma la creazione di ben 14 zone di sviluppo economico. L'intento di Mosca dovrebbe portare a diversificare le funzioni di vari porti nell'estremo oriente del paese.

A differenza delle zone economiche speciali in Cina, che si trovano all'interno delle sue province di frontiera e godono di leggi commerciali e regolamentazione degli affari favorevoli rispetto al resto del paese, scrivono i media nazionali cinesi, le zone di sviluppo economico della Russia sono stabiliti nelle zone interne. Il governo federale fornirà politiche ancora più flessibili per queste zone per attrarre le imprese straniere”.

Positivo anche il commento da parte cinese, al riguardo. Ling Ji, direttore generale del dipartimento degli affari eurasiatici presso il Ministero del Commercio, ha detto che gli investitori cinesi dispongono di una forte esperienza nella costruzione di progetti infrastrutturali su larga scala acquisita in Africa, Sud America e Medio Oriente.

 Con delle politiche adeguate il sostegno finanziario da entrambi i lati, gli investimenti e le competenze cinesi non verranno utilizzate solo in progetti per la Coppa del Mondo, FIFA 2018, che si terrà in Russia, ma anche nella parte orientale della Russia per collegare ulteriormente maggiori potenziali destinazioni di mercato nella regione del Nordest asiatico”.

@simopieranni

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA