eastwest challenge banner leaderboard

Cina-Taiwan: chi ci guadagna dall'incontro a Singapore?

Tutti concordano sul carattere storico dell'incontro tra il presidente cinese e quello di Taiwan, sia I media internazionali, sia quelli asiatici e cinesi in particolare. E mentre si elencano gli elementi di contorno e di colore intorno al meeting, non si placa la tensione nel mar cinese meridionale. E su tutto si erge la domanda: chi ci guadagnerà da questo incontro?

Una prima notazione, di giornata, è la seguente: la Cina torna a correre in borsa. Nella giornata di oggi, si è assistito a una nuova seduta di rialzi per le borse di Shanghai e Shenzhen che sembrano aver dimenticato i disastri di quest'estate, portando la Cina a influenzare tutte le piazze mondiali. Shanghai ha chiuso in rialzo dell'1,91%, portando il recupero dai minimi segnati nella seconda metà di agosto sopra il 20%, ed entrando così in una fase di mercato di “toro”. Shenzhen (+2,82% la chiusura di oggi) è già in “bull market” da alcune sedute, avendo recuperato il 36% dai minimi di metà settembre.

Nel frattempo incombono i preparativi per l'incontro di domani, sabato 7 novembre a Singapore, tra il presidente cinese Xi Jinping e il taiwanese Ma Ying-jeou. Come scrive il Financial Times, “Nella cultura cinese i padroni di casa del partito dominante pagano il conto, in età imperiale le dinastie cinesi tendevano a invitare qualsiasi missione diplomatica o commerciale come un riconoscimento di sottomissione all'imperatore. Nel vertice di sabato si eviteranno tali sfumature facendo “alla romana”. Una parità sui generis, perché chi può avere più vantaggi da questo incontro è sicuramente Pechino, benché Ma non rappresenti più tutto il partito del Kuomintang, composizione politica che negli ultimi tempi ha guidato l'avvicinamento alle posizioni cinesi.

Ed eccoci alla questione di tensione, tornata in queste settimane e che di sicuro costituirà un argomento delle discussioni tra i due presidenti.

Come ha scritto il filo governativo Global Times, l'incotro costituirà “una reazione anticipata della Cina che segue la sfida navale americana della scorsa settimana alle attività cinese di costruzioni di isole nel Mar Cinese Meridionale. La Cina ha avviato l'incontro, ponendo fine a più di mezzo secolo di ostracismo ai più alti livelli”.

La Cina – prosegue il quotidiano del partito comunista cinese - considera Taiwan come una provincia ribelle e cerca la sua riunificazione con la terraferma. “Ma l'isola ha goduto di un indipendenza di fatto dalla fine della guerra civile cinese che si concluse nel 1949, sostenuta dalla potenza militare americana. Come altri paesi della regione, Taiwan è in disputa con Pechino per le rivendicazioni nel Mar Cinese Meridionale.”

Secondo i media cinesi, i sondaggi taiwanesi, danno in vantaggio nella corsa elettorale di gennaio 206, il Partito Democratico Progressista (DPP). Partito di opposizioe, condotto per la prima volta da una donna, Tsai Ing-wen, “è tradizionalmente visto come favorevole all'indipendenza, o per lo meno a mantenere lo status quo. Un successo del DPP farebbe indubbiamente arrabbiare Xi, il quale ha detto che la questione di Taiwan non può rimanere irrisolta a tempo indeterminato”.

Tsai – fanno sapere da Taiwan, si sarebbe lamentata del fatto che l'annuncio della riunione è venuto fuori dal nulla. “Farlo sapere alla gente in un modo così frettoloso e caotico è dannoso per la democrazia di Taiwan”, ha detto.

Il portavoce del DPP Cheng Yun-Peng si è chiesto: “Come può la gente non pensare a questa come un'operazione politica destinata a influenzare le elezioni?”

Infine, ecco la stilettata del Global Times ai taiwanesi: “se il signor Ma sarà servile con Xi, la riunione di Singapore potrebbe ritorcerglisi contro, irrigidendo l'opposizione all'avanzamento della Cina. Facendo avvenire su larga scala i risultati del KMT uguali a quelli che ottenne nelle elezioni locali dello scorso le quali vennero attribuite a una reazione, soprattutto tra gli elettori più giovani, contro il partito del percepito ingraziarsi a Pechino”. 
@simopieranni

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA