eastwest challenge banner leaderboard

Hong Kong: pericolo «black bloc» nella manifestazione del 1° luglio

Tensione a Hong Kong per la manifestazione del primo luglio. Si tratta di mobilitazioni chiaramente contro Pechino. La polizia teme scontri e mobilita duemila uomini. 100.000 persone sono attese a partecipare all'annuale marcia del 1° luglio organizzata dal Civil Human Rights Front - un gruppo di coordinamento delle organizzazioni pro-democrazia. Ma a preoccupare la polizia sono i «localisti», i manifestanti più radicali, che pare vogliano manifestare, con altri metodi, in altre zone, senza l'autorizzazione delle forze dell'ordine.

Nel diciannovesimo anniversario del ritorno di Hong Kong a Pechino la manifestazione delle «Black Mask» promette momenti di tensione nell'ex colonia britannica, alla luce delle recenti proteste, note come «la rivoluzione degli ombrelli» che avevano portato migliaia di persone in piazza per protestare in favore dell'elezione diretta del chief executive dell'isola.

Secondo il South China Morning Post, quotidiano di Hong Kong, «con le tensioni politiche che continuano a cuocere a fuoco lento sulla scia delle proteste di Occupy del 2014 e i disordini violenti a Mong Kok, all'inizio di quest'anno, le preoccupazioni della polizia si concentrano su una protesta prevista dei cosiddetti “localisti” - un piccolo ma rumoroso assortimento di persone che sostengono vari gradi di indipendenza politica per Hong Kong - al di fuori dell'ufficio di collegamento di Pechino a Western».

Gli organizzatori hanno invitato i manifestanti a indossare maschere e vestirsi di nero: particolari che hanno gettato nel panico la polizia locale, che pare intenzionata a rispondere con controlli e procedure di sicurezza inusuali nell'ex colonia britannica.

I gruppi «localisti» infatti vorrebbero evitare la tradizionale - molto più grande – marcia del 1° luglio, il cui tema sarà una richiesta di dimissioni all'Amministratore Leung Chun-ying, «cestinandolo simbolicamente». Secondo i gruppi più agguerriti questa manifestazione sarebbe però «uno spreco di tempo».

L'evento del Civil Human Rights Front vedrà migliaia di persone marciare da Victoria Park a Causeway Bay, la sede del governo ad Admiralty. «L'evento di quest'anno avrà un significato aggiunto perché la manifestazione  sarà guidata dal libraio Lam Wing-Kee, che ha fatto rivelazioni esplosive sui suoi mesi di detenzione sulla terraferma, sollevando dubbi circa la capacità del governo di proteggere la gente di Hong Kong dalla portata dell'apparato di sicurezza della terraferma».

Ma i gruppi «localisti» Hong Kong National Party, Hong Kong Indigenous e Youngspiration , hanno definito la manifestazione tradizionale come un «rito privo di senso» e «stanno invitando la gente a protestare fuori dell'ufficio di collegamento».

Il capo di Youngspiration, Leung Chung-hang, ha dichiarato di non essere d'accordo con la richiesta del fronte per le dimissioni di Leung Chun-ying. I gruppi non chiederanno l'approvazione della polizia per la loro azione «in quanto lo considerano un atto di disobbedienza civile».

In un post sulla sua pagina di Facebook, il National Party, che sostiene l'indipendenza di HK, ha detto che la manifestazione sarà «una protesta black bloc contro l'invasione cinese di Hong Kong».

Il post sul social network non promette nulla di buono: «Black bloc è una tattica per le proteste in cui i partecipanti indossano abiti neri e maschere nel tentativo di nascondere la loro identità e evitare dunque di essere riconosciuti per fini giudiziari, rendendo difficile distinguere tra i partecipanti».

Come riporta il Scmp, il sovrintendente della polizia di Hong Kong Island Tse Kwok-wai ha detto che «la polizia non tollererà alcun atto illegale. Nel caso di atti che costituiscano una violazione della pace, la polizia agirà rapidamente per evitare che la sicurezza e l'ordine pubblico vengano compromessi».

Circa 1.700 agenti, per lo più dalla Tactical Police Unit, saranno impegnati a seguire entrambe le manifestazioni: sia quella autorizzata, sia quella delle «Black Mask».
@simopieranni

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA