eastwest challenge banner leaderboard

Camomilla: storia e usi più o meno conosciuti

La camomilla é una delle bevande piú indicate per depurare l’organismo dopo i sostanziosi pranzi e cene natalizie. Il suo nome scientifico é “Matricaria Chamomilla” e cresce spontaneamente prevalentemente in primavera/estate ,soprattutto in Europa ed Asia. Il nome deriva dal greco“chamáimēlon”, composta a sua volta da 2 parole: “chamái”, che significa "del terreno" e“mḗlon” che significa "mela", per l'odore che somiglia a quello della mela renetta.

Photo credits www.helys.it

Nonostante il suo aspetto gracile e delicato, é un fiore che riesce a sopravvivere anche a temperature molto basse. Il fiore ricorda moltissimo quello delle margherite comuni, solo un po’ piú piccolo e con qualche petalo in piú. Una volta raccolti i fiori, si lasciano seccare per poi essere conservati per il lungo periodo invernale.

Quasi tutti sanno che la camomilla aiuta a conciliare il sonno (ma attenzione a non lasciarla in infusione per piú di 5 minuti, altrimenti otterrete l’effetto contrario!) ma questo fiore ha molte altre proprietá. Uno studio britannico ha dimostrato che bere 5 tazze al giorno di camomilla puó aiutare infatti a ridurre lo stress, a rilassare, a digerire e calmare i dolori di stomaco, nonché alleviare sintomi della bronchite o del raffreddore, curandoli con “fumenti” alla camomilla e bicarbonato. In effetti, analizzando piú da vicino questo fiore dal profumo meraviglioso, possiamo scoprire che e ricco di vitamine e minerali, importantissimi per il nostro organismo: fosforo, oli essenziali (di colore blu, grazie ad una sostanza chiamata “camaluzene”, in essa contenuto), rame, zinco, ferro e potassio. Contiene inoltre l’8% di flavonoidi, potentissimi antiossidanti molto preziosi per la nostra salute. 

La camomilla non é solo usata come rimedio per i malanni, ma é usata in moltissimi altri contesti e preparazioni. Liquori, saponi naturali, ricette di cucina (un tempo si usava mettere fiori di camomilla sopra il pane con l’aglio per facilitarne la digestione) ed addirittura veniva anche insolitamente utilizzata come tabacco da pipa. Mettere un sacchetto di camomilla negli armadi, dicono aiuti a tenere lontante le tarme dai vestiti e sembra essere anche usata come “cura” in caso di piante ammalate o indebolite: piantare un cespuglio di camomilla vicino alla pianta malata, l'aiuterà a riprendersi  dopo pochi giorni.

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

Eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città. Invia la tua domanda a eastwest

GUALA