I Food Festival più strani del mondo

Continuano gli articoli alla ricerca delle notizie più “strambe” che riguardano il cibo.Questa volta tocca ai “Food Festival”, infatti sono molte le feste o le sagre che vengono dedicate al cibo ogni anno in tutto il mondo. Ecco quelle più strane ed interessanti.


Partiamo dal primo: la “Tomatina”.
E' una festa che si svolge a Brunol, una piccola cittadina a circa 50 chilometri da Valencia, nel mese di agosto.
La Tomatina ha origini abbastanza “recenti”. Nacque per caso, da alcuni giovani che un giorno, per scherzo, iniziarono a tirarsi dietro alcuni pomodori nella piazza del paese. La polizia intervenne e sedò gli animi, ma l'anno successivo, gli stessi giovani si ritrovarono nella medesima piazza, stavolta muniti di intere cassette di pomodori, per ricominciare la battaglia.
La cosa prese talmente piede, tanto da avere il seguito che ha oggi, con centinaia di persone che ogni agosto si ritrovano a lanciarsi pomodori addosso fino allo sfinimento.

{youtube}QPQCH1b_LgE{/youtube}

Battaglia delle arance d'Ivrea


Una delle battaglie che invece gli italiani conoscono molto bene è quella che si svolge ogni anno  ad  Ivrea, in Piemonte, durante gli ultimi tre giorni del Carnevale, chiamata “la Battaglia delle Arance”. Ha origini davvero antichissime e sembra che sia nata per ricordare antiche feste medievali rionali.
La battaglia si svolge con squadre di gente “a terra o a piedi” e squadre di persone su vari carri, muniti di imbottiture e maschere per riparare il viso dai lanci che arrivano velocissimi e potentissimi. Solo gli uomini sopra i carri possono indossare protezioni al corpo ed al viso, mentre le persone a piedi (in teoria) non possono disporre di nessuna protezione dai colpi di arance feroci che arrivano loro. Una commissione è designata per tenere d'occhio la gara ed assegnare i punti in palio. Vince chi ottiene più punti.

{youtube}Kf_aQM4cr00{/youtube}

Nella città greca di mare di Galaxidi, per celebrare la fine del carnevale e l'inizio della Quaresima ortodossa, i cittadini sono soliti combattere una battaglia a colpi di...farina. Proprio così. I preparativi per questa festa richiedono, ad esempio, di mettere qualche goccia di colorante alimentare nel sacco della propria farina, per distinguerla da quella degli altri oppure di pitturarsi la faccia con pezzi di carbone, come veri guerrieri. Addirittura le autorità locali coprono i palazzi storici o i monumenti che non vogliono che vengano rovinati, con grandi teloni in plastica prima dell'inizio della “battaglia”. Alla fine della festa, sono in molti quelli che si buttano in mare direttamente per lavarsi o quelli che invece preferiscono finire la giornata in uno dei pub della città.
La parola d'ordine? Mettersi un paio di occhialini da nuoto ed una sciarpa per non farsi accecare e respirare farina al primo colpo!

Cheese Rolling Race
La cheese rolling è una gara che si tiene ogni anno durante il primo Bank Holiday di primavera, nella villaggio di Brockworth, vicino a Gloucester, in Inghilterra. La gara consiste nel lanciare una forma di formaggio Double Gloucester giù per un ripido pendio e di corrergli dietro a più non posso per cercare di prenderla (cosa assai improbabile, visto la velocità che il formaggio riesce a prendere scendendo).
La festa è nata dapprima solo per gli abitanti del paese, ma poi piano piano è diventata famosa in tuto il mondo, tanto che nell'ultima edizione si sono accaparrati la vittoria di due delle quattro gare che si disputano normalmente, un americano ed un giapponese.

{youtube}CX760tpUNeU{/youtube}

Gilroy Garlic Festival
Il festival dell'aglio si svolge ogni anno negli Stati Uniti in una piccola cittadina chiamata Gilroy (da qui il nome), in California e si svolge di solito nel mese di luglio. Attira più di 100.000 persone e qui tutte le specialità a base d'aglio sono le benvenute: toast all'aglio, gelato all'aglio, patatine all'aglio, e molte altri cibi di strada vi attendono se volete prendere parte a questo stranissimo festival. Si calcola che ogni anno siano consumate circa 2.5 tonnellate d'aglio. I Vampiri, ovviamente, al festival non sono ammessi.




Festival dell'omelette gigante
Secondo la leggenda, quando Napoleone e il suo esercito attraversarono il sud della Francia, decisero di riposare per la notte nei pressi della cittadina di Bessieres. Napoleone decise di cenare con una frittata preparata da un albergatore locale che gli piacque talmente tanto che ordinò ai cittadini del villaggio di raccogliere tutte le uova disponibili per preparare un'omelette gigante per il suo esercito il giorno dopo.
Nel 1984, tre membri della camera di commercio di Alveville parteciparono al Festival di Pasqua di Bessieres, dove appunto la frittata veniva preparata per l'occasione. Decisero quindi di esportare nella loro cittadina l'antica tradizione di preparare questa frittata gigante (solitamente nel mese di novembre) che è diventato anche simbolo di fraternità ed amicizia, visto che al termine della preparazione, tutti possono mangiarne un pezzo. Curiosità: la frittata è preparata con circa 5000 uova.


E voi, conoscete qualche Food Festival da segnalarci?

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA
GUALA