eastwest challenge banner leaderboard

Il miele, un regalo della natura

Il miele é stato per millenni l’unico alimento usato per zuccherare cibi e bevande, ma non solo. Nell’antichitá, veniva anche usato come afrodisiaco, cicatrizzante, dissetante e molte altre cose.

REUTERS/David W Cerny


I sumeri lo usavano per produrre creme di bellezza, mentre i babilonesi lo impiegavano per preparare piatti prelibati.
A differenza dello zucchero raffinato quindi, il consumo di miele é altamente consigliato, dato anche l’alto contenuto di minerali e vitamine in esso contenuti. Consumare miele permette di avere a disposizione energia immediata se si devono affrontare sforzi imprevisti, perché non necessita di nessuna digestione per essere usato dall’organismo praticamente all’istante.
Ma come nasce questo prodotto straordinario?

Si stima che per produrre un chilo di miele un’ape debba volare per piú di 100.000 chilometri, un lavoro davvero duro e faticoso.
Il miele viene prodotto dal nettare che le api trasportano attraverso uno dei loro due stomaci, all'alveare. Addirittura, arrivano a trasportare quasi il doppio del loro peso. Nell'alveare, altre api lavoreranno questo prodotto che perderà gran parte della sua acqua diventando così più sciropposo. Una volta che il miele sarà abbastanza appiccicoso, le api chiuderanno il favo con un tappo di cera da loro prodotta e verrà così conservato fino a quando le api non lo mangeranno.

Dato il suo alto contenuto di zuccheri e la sua alta aciditá, il miele puó essere conservato per lunghissimi periodi di tempo, basterá conservarlo al riparo dalla luce ed in luogo fresco ed asciutto, perchè conservi al meglio tutto il suo aroma.
In un alveare, possiamo distinguere diversi tipi di api:
L'ape regina: puó vivere fino ad un massimo di 5 anni e sarà l'unica ape in grado di procreare all'interno dell'alveare. Nutrita solo con pappa reale, un alimento che le api usano esclusivamente per nutrire le larve che diventeranno regine, ma solo fino a 3 giorni d'età, e l'ape regina stessa, per tutta la sua vita.
I maschi che feconderanno la femmina si chiamano fuchi. Alcuni muoiono subito dopo l'accoppiamento mentre altri vengono lasciati morire oppure uccisi.

Le api operaie sono quelle che produrranno il miele e vivono circa un mese.

@Angelinaincucin

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA