eastwest challenge banner leaderboard

Jiro Ono: il sushi chef con 3 Stelle Michelin

Se vi capitasse di incontrare Jiro Ono per strada o in un contesto assolutamente normale, lo potreste tranquillamente scambiare per un tenero signore anziano qualunque a passeggio. Invece, Jiro è uno dei pochi chef al mondo ad aver ricevuto le 3 stelle Michelin, per il suo ristorante Sukiyabashi Jirō di Tokyo.

Jiro Ono, chef 3 stelle Michelin. Foto Pinterest
Jiro Ono, chef 3 stelle Michelin. Foto Pinterest

Le storie degli chef mi appassionano sempre molto e così ho deciso di guardare il documentario che lo riguarda e del quale consiglio caldamente la visione, intitolato "Jiro e l'arte del sushi", del 2011. Questo documentario racconta la storia della nascita di questo grandissimo chef, che prepara sushi dalla tenera età di 9 anni (ora ne ha 92).

Secondo Jiro, un grande sushi chef deve avere 5 caratteristiche:

1) deve prendere il lavoro molto seriamente e deve eseguirlo ad altissimo livello;

2) deve aspirare a migliorare le sue capacità;

3) Essere estremamente pulito e riflettere questo nella sua cucina;

4) Essere intransigente. Un grande chef è un leader, non un collega. È testardo, e dev'essere fatto tutto a modo suo;

5) deve avere la passione per quello che fa.

Il menù offerto nel piccolissimo ristorante che dispone solo di 10 posti, situato sotto ad un normalissimo palazzo di Tokyo, parte dai 30.000 yen (250 Euro) e serve solo pesce freschissimo, comprato ogni mattina al mercato del pesce di Tsukiji. Non esiste un altro ristorante al mondo che abbia 3 stelle Michelin (lui è lo chef più anziano ad averle) e sia concepito allo stesso modo.

Per Jiro, il sushi va trattato come un pulcino, quindi con molta delicatezza: la temperatura del riso, che dovrebbe essere la stessa della temperatura del corpo, e la freschezza del pesce sono fondamentali. Il sushi dev'essere mangiato appena viene servito e il menù del suo ristorante, divide il pasto in 3 momenti distinti: gli ingredienti classici, come il tonno, vengono proposti all'inizio del pasto, seguono i pesci pescati il giorno stesso e subito utilizzati per la preparazione del sushi (alcuni serviti crudi altri cotti), mentre le pietanze “tradizionali”, ma sempre di sushi, costituiscono il momento finale del pasto. Uno degli insegnamenti più belli di questo documentario è sicuramente la frase che Jiro ha ripetuto ai suoi figli per quasi tutta la durata della loro vita: "Guardare sempre avanti, oltre sé stessi. Tentare sempre di migliorarsi, lottare per perfezionare le proprie capacità."

@Angelinaincucin

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA