Surströmming: il pesce puzzolente famoso in Svezia

In Svezia, il Surströmming é considerata una vera e propria leccornia, ma sono in molti quelli che non le si vogliono neanche avvicinare.

photo credit: http: www.gp.se

Come mai? Presto detto. Gli stessi svedesi lo definiscono pesce marcio, perché in effetti quello é: aringhe fermentate in scatola, talmente sono puzzolenti, che alcune compagnie di volo, tra cui Air France e British Airways, non ne permettono il trasporto in cabina, nello sventurato caso in cui si dovesse aprire una confezione per sbaglio.

Ma come viene preparata questa pietanza dall’odore terribile? Le aringhe pescate vengono messe in barili a fermentare per un paio di mesi, per poi essere inscatolate sotto salamoia per non fermare la fermentazione. Prima di essere messe in commercio, le confezioni restano ferme per un anno. Il processo di fermentazione é talmente potente che a volte persino le lattine stesse vengono deformate dai gas prodotti all’interno.

Di solito il Surströmming viene consumato assieme a del pane tipico, noto come tunnbröd (pane sottile), patate bollite, aneto e panna acida per renderne il sapore piú gradevole, ma é l’odore quello che piú terrorizza le persone che lo mangiano, tanto da trattenere il respiro o tapparsi il naso. Questa specialitá svedese viene consumata principalmente nei giorni di festa ed e ormai considerata una pietanza tipica che non puó mancare sulle tavole svedesi durante il Natale.

Si dice che la produzione di questo pesce fermentato nasca dal fatto che gli svedesi qualche secolo fa non avessero le possibilitá economiche di comprare sale a sufficienza per poterlo trasportare o conservare senza che andasse a male, quindi si inventarono una sorta di salamoia per poterlo stoccare e non farlo marcire. L’odore di questo prodotto é talmente forte tanto da essere consumato il piú delle volte solo all’aperto.

Questa prelibatezza tutta svedese é talmente apprezzata e famosa nel Paese da essersi meritata anche un museo apposito, che ne racconta la storia ed il metodo di preparazione.

@Angelinaincucin

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

Lettere
al Direttore

Giuseppe Scognamiglio risponderà ogni settimana a una lettera inviata dai lettori. Potete far pervenire la vostra lettera via email usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua lettera
al direttore

GUALA
GUALA