spot_img

Aukus, le critiche della Russia scuotono la diplomazia dell’Asia-Pacifico


Per il Ministro degli Esteri Sergej Lavrov l’accordo ha complicato il percorso alla pacificazione in atto e rilancia il ruolo della troika Russia, India, Cina

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Per il Ministro degli Esteri Sergej Lavrov l’accordo ha complicato il percorso alla pacificazione in atto e rilancia il ruolo della troika Russia, India, Cina

“Alcuni Paesi hanno introdotto in Asia e nel Pacifico schemi di aperta conflittualità, andando a inficiare le tendenze positive, costruttive e unificatrici per la creazione del consenso e del compromesso”. Il Ministro degli Esteri della Federazione Russa Sergej Lavrov critica apertamente la mossa di Stati Uniti, Regno Unito e Australia di unirsi nel nuovo patto Aukus per confrontare la Cina nella regione dell’Asia-Pacifico, sostenendo che il clima, precedentemente all’accordo tra le tre potenze, fosse sostanzialmente in una fase di miglioramento.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img