spot_img

Per trovare le prese di distanza dei musulmani contro l’estremismo, se proprio necessario, basterebbe cercarle


Nei giorni seguenti al massacro di Gulshan, come sempre, lo shock ha lasciato spazio a commentini e allusioni più o meno esplicite a un senso di insoddisfazione nel non vedere prese di posizione chiare da parte dei «musulmani» (quali?) contro il terrore dell'Isis. Lo si ripete sempre, commettendo sempre gli stessi due errori: non si conosce la struttura dell'Islam e, soprattutto, non si fa il minimo sforzo per cercarle queste prese di posizione.

Nei giorni seguenti al massacro di Gulshan, come sempre, lo shock ha lasciato spazio a commentini e allusioni più o meno esplicite a un senso di insoddisfazione nel non vedere prese di posizione chiare da parte dei «musulmani» (quali?) contro il terrore dell’Isis. Lo si ripete sempre, commettendo sempre gli stessi due errori: non si conosce la struttura dell’Islam e, soprattutto, non si fa il minimo sforzo per cercarle queste prese di posizione.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo