Perdere terreno


Non è il più intrigante problema ambientale, ma stiamo anche distruggendo il suolo.

Non è il più intrigante problema ambientale, ma stiamo anche distruggendo il suolo.

Le cifre parlano chiaro. Dalla metà degli anni Cinquanta la superficie totale delle aree urbane in Europa è aumentata del 78%, una crescita molto più rapida di quella della popolazione, che è stata di appena il 33%. I dati dell’European Environmental Agency (EEA) dicono che la superficie impermeabilizzata (ricoperta da cemento, asfalto o altri materiali da costruzione) rappresenta oggi il 4% del territorio europeo, una percentuale apparentemente bassa se non fosse che, a causa della dispersione (sprawl) del costruito e della diffusione delle infrastrutture, più di un quarto del territorio europeo va ormai considerato come territorio urbanizzato.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia

Unione europea: miti e leggende