spot_img

Perdere un’occasione storica


Ieri per alcune ore si è aspettato che la Corte speciale arrivasse alla prima sentenza sul caso dello stupro di Delhi dello scorso dicembre. Si tratta del giudizio dell'unico minorenne tra i cinque stupratori responsabili della morte della ragazza (23 anni) ancora nota al pubblico indiano col nome di Nirbhaya - che possiamo rendere a spanne con "l'Indomita", "Cuor di Leone" - elemento dell'epica costruita attorno ad uno degli episodi di cronaca più tragici dell'anno passato.

Ieri per alcune ore si è aspettato che la Corte speciale arrivasse alla prima sentenza sul caso dello stupro di Delhi dello scorso dicembre. Si tratta del giudizio dell’unico minorenne tra i cinque stupratori responsabili della morte della ragazza (23 anni) ancora nota al pubblico indiano col nome di Nirbhaya – che possiamo rendere a spanne con “l’Indomita”, “Cuor di Leone” – elemento dell’epica costruita attorno ad uno degli episodi di cronaca più tragici dell’anno passato.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania