spot_img

Perù, Dina Boluarte: il nuovo presidente è donna


Dopo il processo e l’arresto del Presidente Pedro Castillo, sale al governo la sua vice, Dina Boluarte. Nel suo primo discorso ha chiesto ampio dialogo tra tutte le forze politiche per installare un governo di unità nazionale

Marco Dell'Aguzzo Marco Dell'Aguzzo
Giornalista, scrive per eastwest, Il Sole 24 Ore, il manifesto, Vanity Fair, Aspenia e Start Magazine. Si occupa di energia e di affari nordamericani.

Dopo il processo e l’arresto del Presidente Pedro Castillo, sale al governo la sua vice, Dina Boluarte. Nel suo primo discorso ha chiesto ampio dialogo tra tutte le forze politiche per installare un governo di unità nazionale

Dopo la rimozione dall’incarico e l’arresto del presidente del Perù Pedro Castillo, di sinistra, che aveva cercato di sciogliere il Congresso per accumulare più potere, Dina Boluarte ha prestato giuramento come nuova presidente del paese: resterà in carica fino al 2026. Boluarte, che ricopriva la carica di vicepresidente sotto Castillo, è la prima donna alla presidenza del Perù. Nel suo discorso di insediamento ha parlato di ritorno alla stabilità politica e ha promesso un gabinetto di governo rappresentativo di tutte le fazioni. Ha anche definito la mossa di Castillo contro il Congresso un “tentato colpo di stato”.

L’impeachment a Castillo

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img