spot_img

Il petrolio dell’Iran al centro dell’interesse di Afghanistan e Libano


Su richiesta dei Talebani riprende l’export di petrolio da Teheran verso Kabul. Da Beirut l’annuncio di Hezbollah: arriveranno navi cariche di gasolio iraniano

Nonostante le difficoltà economiche e le pressioni degli Stati Uniti, nel mezzo delle trattative sul rilancio del JCPoA o per un nuovo accordo sul nucleare, il ruolo della Repubblica Islamica dell’Iran nei diversi scenari mediorientali rimane preponderante, sia potenzialità di stabilizzazione dell’area che come interlocutore diretto con le leadership locali.

A rinnovare l’importanza di Teheran, ad esempio, in Afghanistan e Libano, da una parte la richiesta dell’Emirato Islamico dell’Afghanistan di riprendere con l’export di petrolio nel Paese recentemente riconquistato dai Talebani e, dall’altra, l’annuncio di Hassan Nasr Allah, segretario del partito sciita Hezbollah, dell’acquisto di carburante iraniano in arrivo nei prossimi giorni in Libano.

L’Iran e la partita afghana

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

L’Europa diversa: politica e sport

Perchè l’Europa sottovaluta i Paesi del Golfo

Chi è Keir Starmer e perchè ha vinto le elezioni

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo