Afghanistan-Stati Uniti-Cina

L’inviato speciale per l’Afghanistan Zalmay Khalilzad si dimette. Il Gerrymandering continua negli Stati Uniti. Usa sempre più preoccupati per le reali possibilità nucleari della Cina

Un uomo afghano passa davanti a un murales di Zalmay Khalilzad, inviato speciale degli Stati Uniti per la pace in Afghanistan, e del Mullah Abdul Ghani Baradar, il leader della delegazione talebana, a Kabul, Afghanistan, 13 aprile 2020. REUTERS/Mohammad Ismail

Usa-Cina

C’è sempre più preoccupazione negli Stati Uniti (che cresce anche tra gli alleati Nato) sulle reali possibilità nucleari della Cina. Pechino continua a sostenere che segue il passo di Washington e, inoltre, nega di aver testato un missile ipersonico (di cui tanto si è discusso) nel mese di agosto.

Afghanistan

Si è dimesso l’inviato speciale per l’Afghanistan degli Usa Zalmay Khalilzad. Fatto estremamente significativo che arriva dopo il caos del ritiro dal Paese.

Usa

Il Gerrymandering continua negli Stati Uniti: il Texas vota una nuova mappa elettorale, favorevole ai Repubblicani, nell’ambito di preoccupazioni di crescita della diversità culturale ed etnica nello Stato.