spot_img
test

    Libia-Iran-Caso Google

    Si insedia Jan Kubis, il nuovo Inviato Speciale del’Onu in Libia. L’Iran chiede che gli Usa rientrino nel JCPoA. Gli ultimi aggiornamenti del caso Google-Facebook

    I manifestanti tengono striscioni politici e bandiere libiche in Piazza dei Martiri a Tripoli, Libia, 5 febbraio 2021. REUTERS/Hazem Ahmed

    Iran

    Teheran chiede che entro il 21 febbraio gli Stati Uniti rientrino nel JCPoA e che vengano così permessi la vendita di petrolio iraniano e lo sblocco delle transazioni bancarie. Crisi rispetto agli ispettori dell’Aiea: l’Iran pronto a bloccare il loro lavoro.

    Libia

    Si insedia il nuovo Inviato Speciale del’Onu in Libia Jan Kubis, nel mentre vengono eletti Abdul Hamid Dbeibah come Primo Ministro del Governo di transizione e Mohammed Younes Menfi a capo del Consiglio Presidenziale. L’appoggio della comunità internazionale.

    Google-Facebook

    Caso news Google/Facebook: in Australia l’azienda mediatica Seven West Media ha autonomamente raggiunto un accordo per il pagamento delle notizie. Altri gruppi attendono la votazione della legge, che prevede sia il Governo a mediare e scegliere il compenso.

    Libia-JCPoA-Google