Processo Bo Xilai, secondo giorno: affari di famiglia


E venne il giorno della famiglia. Nella seconda giornata del processo a Bo Xilai, si è partito con il botto. Gu Kailai, la moglie di Bo Xilai, condannata alla pena di morte sospesa per l'omicidio di Neil Heywood, è apparsa in un video trasmesso dalla Corte. Bo Xilai e i suoi difensori avevano chiesto una presenza fisica della donna, richiesta accordata dalla Corte, ma lei ha rifiutato, accettando di comparire solo attraverso un video registrato.

E venne il giorno della famiglia. Nella seconda giornata del processo a Bo Xilai, si è partito con il botto. Gu Kailai, la moglie di Bo Xilai, condannata alla pena di morte sospesa per l’omicidio di Neil Heywood, è apparsa in un video trasmesso dalla Corte. Bo Xilai e i suoi difensori avevano chiesto una presenza fisica della donna, richiesta accordata dalla Corte, ma lei ha rifiutato, accettando di comparire solo attraverso un video registrato.

 

Gu Kailai avrebbe raccontato tutta la vicenda legata alla villa di Cannes, gestita anche dall’uomo d’affari britannico poi ucciso, che sarebbe al centro dell’intero giallo, sia politico, sia legato all’omicidio di Heywood. Bo Xilai ha risposto alle affermazioni della moglie in modo perentorio: «è pazza e ha rilasciato queste dichiarazioni sottoposta a pressioni psicologiche, con lo scopo della diminuzione della pena».

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img