spot_img

Punti di vista – Il difficile caso kazako


Ministeri tecnici sembrano aver sostituito lo storico ruolo strategico della diplomazia e le singole politiche estere nazionali trovano poco spazio nella globalità delle convenzioni. Il caso kazako pare essere il prodotto, poco riuscito, di questa nuova distribuzione delle parti.

Ministeri tecnici sembrano aver sostituito lo storico ruolo strategico della diplomazia e le singole politiche estere nazionali trovano poco spazio nella globalità delle convenzioni. Il caso kazako pare essere il prodotto, poco riuscito, di questa nuova distribuzione delle parti.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania