spot_img

Qatar, Libia, Marocco, Algeria: nel mondo arabo comandano i lobbisti americani?


Si parla arabo a K Street, la strada dei lobbisti di Washington. Libia, Qatar, Marocco, Algeria, persino la Palestina: la regione è in subbuglio, così la consulenza delle grandi società americane diventa uno strumento essenziale per fare pressione su Congresso e Casa Bianca, a favore dei propri interessi.

Si parla arabo a K Street, la strada dei lobbisti di Washington. Libia, Qatar, Marocco, Algeria, persino la Palestina: la regione è in subbuglio, così la consulenza delle grandi società americane diventa uno strumento essenziale per fare pressione su Congresso e Casa Bianca, a favore dei propri interessi.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania