spot_img

Quando l’Europa nasconde la testa sotto la sabbia


Il Mediterraneo continua a riempirsi di sangue. Muore chi cerca speranza e chi tra una morte sicura e una piccola speranza di vita per la lunga traversata via mare che lo attende in condizioni disumane, sceglie la seconda. Le ultime tragedie sono di questi giorni ancora più drammatiche vista la tensione internazionale e il deteriorarsi della situazione libica.

Il Mediterraneo continua a riempirsi di sangue. Muore chi cerca speranza e chi tra una morte sicura e una piccola speranza di vita per la lunga traversata via mare che lo attende in condizioni disumane, sceglie la seconda. Le ultime tragedie sono di questi giorni ancora più drammatiche vista la tensione internazionale e il deteriorarsi della situazione libica.

Porto Empedocle, ItalyA migrant waits to disembark from "Fiorillo" Coast Guard vessel as they arrive at the Porto Empedocle harbour February 14, 2015. Two commercial ships and an Italian coastguard vessel have rescued about 700 migrants from overcrowded boats near the Libyan coast. REUTERS/Antonio Parrinello

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Rischi e sfide del Green Deal europeo

Corea del Sud, Cina e Giappone: miti e leggende