Quando la droga compra lo Stato


Uno dei paesi più poveri dell’Africa, minato da continui colpi di stato e dalla corruzione dilagante, in mano ai militari e schiacciato dal traffico di cocaina proveniente dal Sud America. Questa è la Guinea-Bissau, piccolo stato dell’Africa Occidentale, nel quale anche la comunità internazionale non sa come intervenire.

Uno dei paesi più poveri dell’Africa, minato da continui colpi di stato e dalla corruzione dilagante, in mano ai militari e schiacciato dal traffico di cocaina proveniente dal Sud America. Questa è la Guinea-Bissau, piccolo stato dell’Africa Occidentale, nel quale anche la comunità internazionale non sa come intervenire.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Nucleare: a Vienna riaprono i colloqui con l’Iran

La variante sudafricana non esiste!

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO