spot_img

Regno Unito, stop al nucleare cinese


Londra potrebbe allontanare la società China General Nuclear, controllata da Pechino, dalla costruzione di centrali nucleari sul proprio territorio. Quale futuro per il programma nucleare britannico?

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Londra potrebbe allontanare la società China General Nuclear, controllata da Pechino, dalla costruzione di centrali nucleari sul proprio territorio. Quale futuro per il programma nucleare britannico?

Il Regno Unito sarebbe pronto ad allontanare la China General Nuclear, azienda controllata dal Governo di Pechino, dai progetti di costruzione — già in essere e per quelli futuri — delle centrali nucleari sull’isola. A darne l’annuncio il Financial Times, che per primo ha diffuso l’indiscrezione che cambierebbe i piani futuri sul nucleare di Londra. È ormai un muro contro muro quello con la Cina, già bloccata nella costruzione delle reti 5G e nella vendita delle componentistiche necessarie a questa tecnologia.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img