eastwest challenge banner leaderboard

Stati Uniti: miti e leggende

Rassegna dei luoghi comuni e delle false interpretazioni più frequenti e abusate

Il funerale di Jack Kevorkian in seguito a un memoriale pubblico al cimitero della White Chapel a Troy, Michigan, 10 giugno 2011. Kevorkian era noto come "Dr. Death" per aver aiutato più di 100 persone a porre fine alla loro vita. REUTERS/Rebecca Cook
Il funerale di Jack Kevorkian in seguito a un memoriale pubblico al cimitero della White Chapel a Troy, Michigan, 10 giugno 2011. Kevorkian era noto come "Dr. Death" per aver aiutato più di 100 persone a porre fine alla loro vita. REUTERS/Rebecca Cook

I dazi americani non fermano le importazioni

VERO

Secondo uno studio dell'Unctad, l’organismo delle Nazioni Unite che si occupa di commercio internazionale, i 250 miliardi di dollari di merci che non arrivano più dalla Cina a causa dei dazi voluti dalla Casa Bianca, non sono stati sostituiti da prodotti Made in Usa. Secondo lo studio, le aziende statunitensi catturerebbero solo il 6% di quelle esportazioni, mentre le imprese cinesi manterrebbero il 12%, nonostante le barriere doganali. A trarne vantaggio sarebbe soprattutto l’Europa (le imprese europee assorbono circa 50 miliardi di dollari di esportazioni verso gli Usa), poi il Messico, Canada e Vietnam.   

Il Muro sarà pagato dall’accordo commerciale con il Messico

FALSO

Il Presidente Donald Trump, facendo riferimento all'accordo commerciale tra Stati Uniti-Messico-Canada, ha dichiarato in un tweet che “Il Messico sta pagando il muro attraverso il nuovo accordo commerciale USMCA”. In realtà il nuovo accordo, che è stato firmato dai leader dei tre i Paesi il 30 novembre dello scorso anno in sostituzione del NAFTA, deve ancora essere ratificato dai Governi. Inoltre non è chiaro come le entrate federali potrebbero eventualmente coprire le spese previste per il muro, entrate che comunque non potrebbero essere interpretate come pagamenti messicani.

Il suicidio medico-assistito è legale nella maggior parte degli Stati american.

FALSO

Il suicidio medico-assistito negli Stati Uniti è legale in Oregon, Washington, Montana, Vermont, Colorado e California. Dal 1° gennaio alla lista dei Paesi si sono aggiunte anche le isole Hawaii. La nuova legge hawaiana, nota come Our Care, Our Choice Act, permetterà ai propri cittadini di fare richiesta di farmaci per porre fine alla propria vita, i pazienti eleggibili per questa opzione dovranno essere maggiorenni e avere una prospettiva di vita inferiore a sei mesi. La legge prevede che i pazienti potranno tornare indietro in qualsiasi momento, anche dopo aver ricevuto la prescrizione per il farmaco.

@ilarias

Questo articolo è pubblicato anche sul numero di marzo/aprile di eastwest.

Puoi acquistare la rivista in edicola o abbonarti.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA