Riga, capitale dell’Art Nouveau


Nonostante stasera le strade, complice il maltempo, siano quasi deserte, così come molti dei locali – «la gente se ne sta rintanata in casa per via della crisi», mi dirà più tardi un ragazzo con cui mi fermo a bere una birra al Leningrad, un cafédagli interni soviet rétro, dove un terzetto propone cove racustiche di celebri hit–l’atmosfera tedesca, quella sì, è rimasta pressoché intatta in tutto il suo fascino. Ma nella capitale della Lettonia...

Nonostante stasera le strade, complice il maltempo, siano quasi deserte, così come molti dei locali – «la gente se ne sta rintanata in casa per via della crisi», mi dirà più tardi un ragazzo con cui mi fermo a bere una birra al Leningrad, un cafédagli interni soviet rétro, dove un terzetto propone cove racustiche di celebri hit–l’atmosfera tedesca, quella sì, è rimasta pressoché intatta in tutto il suo fascino. Ma nella capitale della Lettonia…

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img