spot_img

Rivolte popolari: la rabbia di massa


Tante e diverse sono state le proteste dei manifestanti in piazza contro i propri Governi: tutti delusi per le mancate promesse di un futuro migliore

Tante e diverse sono state le proteste dei manifestanti in piazza contro i propri Governi: tutti delusi per le mancate promesse di un futuro migliore

Le rivolte popolari nel 2019: proteste di massa e malcontento
Una donna tiene una bandiera nera durante una protesta antigovernativa di fronte al Palazzo La Moneda a Santiago, Cile, 18 gennaio 2020. REUTERS/Edgard Garrido

Il 2019 è stato l’anno delle proteste di massa, che ha visto i manifestanti di varie parti del mondo unirsi virtualmente nel chiedere maggiore dignità sociale e contrastare le politiche economiche dei Governi in carica. Il fil rouge che lega i Paesi del Centro e Sud America a quelli del Vicino, Medio ed Estremo Oriente varia dai bisogni di maggiore rappresentatività a quelli legati alle ineguaglianze, con le componenti prettamente politiche che accompagnano le manifestazioni in ogni singola realtà.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img