spot_img

Rom, quando le streghe mungono la luna


C’è una diaspora di cui nessuno parla, quella degli zingari della ex Jugoslavia. L’odissea di uomini e donne senza nazione e senza scampo, espulsi da tutti, considerati nemici da tutti per essersi rifiutati di uccidere e non aver preso partito per nessuno. Un milione di orfani di uno Stato che non c’è più, senza più patrie di riserva, né dentro né fuori dall’Europa.

C’è una diaspora di cui nessuno parla, quella degli zingari della ex Jugoslavia. L’odissea di uomini e donne senza nazione e senza scampo, espulsi da tutti, considerati nemici da tutti per essersi rifiutati di uccidere e non aver preso partito per nessuno. Un milione di orfani di uno Stato che non c’è più, senza più patrie di riserva, né dentro né fuori dall’Europa.

 

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania