Nuova ondata Covid in Russia


Solo il 30% dei Russi si è vaccinato e dunque aumentano vertiginosamente contagi e decessi. L’Italia esempio virtuoso per il mondo

Giuseppe Scognamiglio Giuseppe Scognamiglio
Giuseppe Scognamiglio, nato a Napoli il 16 luglio 1963. Diplomatico, Manager, Giornalista, Professore. Direttore della rivista eastwest

Solo il 30% dei Russi si è vaccinato e dunque aumentano vertiginosamente contagi e decessi. L’Italia esempio virtuoso per il mondo

Non sembra arrestarsi la nuova ondata di Covid in Russia. Ieri, nuovo record con 34.303 casi in 24 ore, accompagnati da 997 morti, dopo i 1.002 di venerdì, il massimo dall’inizio della pandemia. Il bilancio complessivo delle vittime sale così a quota 223.312, numeri secondo alcuni sottodimensionati rispetto alla vastità del fenomeno. Tra luglio e settembre, i decessi giornalieri non sono mai scesi sotto i settecento. La Russia è la quinta nazione al mondo per numero di morti causati dalla pandemia, dopo Stati Uniti, Brasile, India e Messico.

La più alta concentrazione di casi è rilevata nelle aree urbanizzate della Russia occidentale e lungo la costa del Pacifico, nelle città di Vladivostok e Khabarovsk, ma anche le scarsamente popolate regioni siberiane di Sakha e Chukotka, nell’estremo nord-est, mostrano tassi elevati, con oltre 150 infezioni ogni 100.000 persone

Sebbene le fonti ufficiali neghino che gli ospedali siano in difficoltà, tranquillizzando la popolazione sulla possibilità delle strutture ospedaliere di accogliere i malati di Covid-19, cresce la preoccupazione per la scarsa propensione dei cittadini a vaccinarsi.

Nonostante la Russia sia stato il primo Paese al mondo ad approvare un vaccino contro il coronavirus, lo Sputnik V, disponibile da agosto 2020, le vaccinazioni procedono a rilento. Secondo i dati, il 34% della popolazione (circa 50 milioni di persone) ha ricevuto la prima dose, e soltanto il 31% ha completato l‘intero ciclo. Nonostante gli sforzi per invogliare la popolazione attraverso lotterie, bonus e altri incentivi, i sondaggi indicano che più del 50% dei russi non intende vaccinarsi.

“Sapete che i numeri dei contagi stanno crescendo in molte regioni e i medici lavorano in condizioni difficili… La vaccinazione può salvarci dal virus e da un decorso grave della malattia. È necessario intensificare il ritmo di vaccinazione”, ha dichiarato il Presidente Vladimir Putin martedì scorso.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

In Europa è ancora Natale

Marocco e Israele, ecco l’accordo sulla difesa

Nucleare: a Vienna riaprono i colloqui con l’Iran