EN

eastwest challenge banner leaderboard

Petrolio, Putin vuole stop ai tagli

Indietro

Il Ministro dell’Energia russo dice che l’Opec+ dovrebbe valutare la fine dei tagli alla produzione del petrolio. Ma la domanda di idrocarburi è debole.

Il Ministro dell’Energia russo, Alexander Novak, ha detto ieri in un’intervista televisiva che il gruppo Opec+ – che riunisce molti dei maggiori produttori petroliferi al mondo, sia interni che esterni al cartello – dovrebbe prendere in considerazione l’idea di mettere fine ai tagli all’output di petrolio nel 2020.

L’Opec+ è guidato di fatto dall’Arabia Saudita e dalla Russia, i due principali esportatori di greggio. Riad e Mosca collaborano dal 2017 per stabilizzare il mercato petrolifero, riducendo volontariamente la produzione in modo da bilanciare domanda e offerta ed evitare un crollo dei prezzi, mantenendoli intorno ai 60-70 dollari al barile circa.

A inizio dicembre l’Opec+ ha deciso di tagliare l’output di altri 500mila barili al giorno per il primo trimestre del 2020, cioè fino alla fine del prossimo marzo. Novak aveva detto di temere un eccesso di produzione a causa di un rallentamento stagionale della domanda di greggio e prodotti raffinati; ieri, però, ha dichiarato che la richiesta di carburante potrebbe crescere durante l’estate e ribadito che il contenimento della produzione non è un ‘processo illimitato’. Nè la Russia nè l’Arabia Saudita possono infatti permettersi una fase di tagli troppo prolungata, perchè le loro economie dipendono dalla vendita del petrolio.

Spostando la riflessione su un piano più generale, la domanda di idrocarburi è in diminuzione da alcuni anni sia per il rallentamento economico che per la maggiore diversificazione energetica. L’Opec sta perdendo centralità e con essa anche il controllo sul mercato petrolifero a causa dell’emersione (o del ritorno) di nuovi Paesi produttori non affiliati al cartello: gli Stati Uniti innanzi tutto, ma anche la Norvegia, il Bresile, il Canada e la Guyana.

 

 

@marcodellaguzzo

 

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA