spot_img

La Russia rischia il default con sanzioni, chiusura della Borsa e debiti


Il quarto pacchetto di sanzioni dell’Ue aggraverà ulteriormente la posizione di Mosca. Si parla di un allontanamento da Fondo monetario internazionale e Organizzazione mondiale del commercio

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Il quarto pacchetto di sanzioni dell’Ue aggraverà ulteriormente la posizione di Mosca. Si parla di un allontanamento da Fondo monetario internazionale e Organizzazione mondiale del commercio

Si avvicina lo spettro del default per la Russia, che nelle prossime settimane dovrà ripagare agli investitori una serie di debiti che superano i due miliardi di dollari. Entro la giornata odierna, infatti, Mosca dovrebbe versare 100 milioni di dollari, il prossimo 31 marzo 300 milioni e l’imminente 4 aprile 2 miliardi di dollari. Una situazione insostenibile per le casse del Paese che, come conseguenza dell’invasione dell’Ucraina, è stata sottoposta a pesanti sanzioni dalla comunità internazionale.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img