spot_img

Sahel, chi era il leader jihadista ucciso dalle forze francesi


Adnan Abu Walid al-Sahrawi era il terrorista più ricercato della regione, responsabile di efferati attacchi nella cosiddetta zona dei tre confini tra Mali, Niger e Burkina Faso

Marco Cochi Marco Cochi
Da due decadi giornalista, blogger e ricercatore con focus sull'Africa sub-sahariana.

Adnan Abu Walid al-Sahrawi era il terrorista più ricercato della regione, responsabile di efferati attacchi nella cosiddetta zona dei tre confini tra Mali, Niger e Burkina Faso

L’eliminazione dell’emiro Adnan Abu Walid al-Sahrawi, leader dello Stato islamico nel Grande Sahara (ISGS), una settimana fa è stata annunciata con grande enfasi dal Presidente francese Emmanuel Macron, che ha definito la dipartita del capo jihadista “un grande successo” per l’esercito francese, dopo più di otto anni di lotta contro gli estremisti islamici nel Sahel.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img