spot_img

Regno Unito, è crisi politica: Johnson nei guai


Dimissioni in massa dall'esecutivo: una caduta libera per i conservatori e il Primo Ministro, incapace di gestire gli scandali. I laburisti chiedono elezioni anticipate, il leader Keir Starmer parla di “spettacolo patetico”

Dimissioni in massa dall’esecutivo: una caduta libera per i conservatori e il Primo Ministro, incapace di gestire gli scandali. I laburisti chiedono elezioni anticipate, il leader Keir Starmer parla di “spettacolo patetico”

L’ottovolante della politica britannica rischia di cancellare dalla scena una delle figure più in vista, amate e odiate della recente storia del Paese. Parliamo del Primo Ministro Boris Johnson, abbandonato da una sfilza di Ministri contrari all’atteggiamento del leader conservatore rispetto alla gestione del caso Pincher, già vice capogruppo alla Camera, accusato di molestie nei confronti di due uomini. Chris Pincher ricevette la nomina direttamente da Johnson, nonostante lo stesso Pm sapesse già dei suoi comportamenti inappropriati.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cambogia: democrazia ma senza opposizione

COP 28: Green New Deal for Future

Grecia: i diritti civili vincono contro la scomunica

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo