spot_img

Scholz da Macron: “Lavoriamo assieme per raggiungere la sovranità strategica”


Come da tradizione, il neo Cancelliere tedesco si è recato a Parigi per la sua prima visita all'estero. Con l’uscita di scena di Merkel, Macron potrebbe portare avanti il suo ambizioso progetto di un'Europa più autonoma

Nella sua prima visita all’estero da nuovo Cancelliere della Germania, Olaf Scholz – come da tradizione – è stato a Parigi, per un pranzo con il Presidente francese Emmanuel Macron. I due hanno anche tenuto una conferenza stampa ricca di dichiarazioni significative. Scholz, ad esempio, ha detto di voler lavorare assieme a Macron per “rinforzare l’Europa” e raggiungere la “sovranità”.

Questione di termini

Sono frasi che Macron, grande teorico della potenza geopolitica europea, avrà senz’altro ascoltato con piacere. Anche perché, storicamente, a far muovere il processo di integrazione dell’Unione europea è stato proprio il cosiddetto motore Parigi-Berlino. Che tuttavia negli ultimi anni ha opposto, a una Francia macroniana estremamente ambiziosa, una Germania merkeliana più cauta. Ma la fine dell’era di Angela Merkel potrebbe aiutare Macron – ammesso che vinca le elezioni presidenziali di aprile 2022 – a far avanzare più speditamente il suo progetto.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cina: l’anno del Drago si presenta turbolento

Germania: la debacle dei partiti al governo

Colombia: la rottura di Petro con Israele

Il confine tra le due Coree torna caldissimo

Argentina: Javier Milei e la sua shock-therapy

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo