spot_img

Se il prezzo del petrolio fa cadere Putin


C’è una teoria affascinante che lega la caduta dell’Unione sovietica al crollo del prezzo del petrolio negli anni 80 dello scorso secolo. E c’è un’opinione diffusa tra gli economisti e gli esperti di Cremlino secondo cui la Russia di oggi si fonda sul prezzo del greggio. “L’economia dei cento dollari a barile”, la chiamano. La storia a volte si ripete, e se questo fosse il caso?

C’è una teoria affascinante che lega la caduta dell’Unione sovietica al crollo del prezzo del petrolio negli anni 80 dello scorso secolo. E c’è un’opinione diffusa tra gli economisti e gli esperti di Cremlino secondo cui la Russia di oggi si fonda sul prezzo del greggio. “L’economia dei cento dollari a barile”, la chiamano. La storia a volte si ripete, e se questo fosse il caso?

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania