Se il prezzo del petrolio fa cadere Putin


C’è una teoria affascinante che lega la caduta dell’Unione sovietica al crollo del prezzo del petrolio negli anni 80 dello scorso secolo. E c’è un’opinione diffusa tra gli economisti e gli esperti di Cremlino secondo cui la Russia di oggi si fonda sul prezzo del greggio. “L’economia dei cento dollari a barile”, la chiamano. La storia a volte si ripete, e se questo fosse il caso?

C’è una teoria affascinante che lega la caduta dell’Unione sovietica al crollo del prezzo del petrolio negli anni 80 dello scorso secolo. E c’è un’opinione diffusa tra gli economisti e gli esperti di Cremlino secondo cui la Russia di oggi si fonda sul prezzo del greggio. “L’economia dei cento dollari a barile”, la chiamano. La storia a volte si ripete, e se questo fosse il caso?

 
Photo:Alexey Druzhinin/AFP/Getty Images

Lo scorso giovedì l’Opec ha deciso di non tagliare la produzione di petrolio, come solitamente fa quando il prezzo al barile segna un trend in discesa che non accenna a fermarsi. L’Opec è un’organizzazione prevalentemente mediorientale, di fatto guidata dall’Arabia saudita. Né gli Stati uniti (secondo produttore mondiale di petrolio dopo l’Arabia saudita) né la Russia (terzo, secondo i dati definitivi 2012, ma primo secondo le stime 2013) ne fanno parte. La decisione dei petrolieri è stata vista diversamente dagli osservatori, come mossa saudita per danneggiare gli Usa, che hanno un costo di produzione elevato, o come mossa a guida americana per danneggiare la Russia, la cui economia dipende direttamente dal prezzo del greggio. Cerchiamo di capirci di più.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La variante sudafricana non esiste!

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale