spot_img

Senegal: Macky Sall rinuncia al terzo mandato


L'annuncio a sorpresa del Presidente senegalese, potrebbe placare le violente proteste scatenate per i timori di un regresso democratico nel Paese. Reazioni positive a livello internazionale mentre l'opposizione non si fida e teme un colpo di scena

Il Presidente senegalese Macky Sall non si presenterà alle elezioni presidenziali del 2024. Lo ha annunciato a sorpresa, in un discorso alla nazione tenuto in televisione il 3 luglio, parlando di una “decisione lunga e ponderata”. In questo modo, Sall rinuncia di fatto alle ambizioni di conquistare un discusso terzo mandato e mette così la parola fine ad una questione che in questi mesi è stata profondamente destabilizzante per il Senegal.

In vista delle elezioni dell’anno prossimo, infatti, ci si era chiesti se il presidente uscente si sarebbe presentato per la terza volta, dopo aver vinto le elezioni del 2012 e del 2019. Macky Sall si era mantenuto ambiguo sulle sue intenzioni, senza escludere la possibilità di correre per un nuovo mandato, che sarebbe stato a dir poco problematico. La costituzione senegalese ne permetterebbe un massimo di due, ma la tesi del Presidente è che il calcolo dei mandati andasse azzerato a partire dalla modifica costituzionale del 2016, e che quindi gli restasse ancora uno slot a disposizione.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

La guerra tra Israele e Iran

In Sudan si combatte da un anno esatto

Spagna: i golden visa e la crisi abitativa

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo