spot_img

SpaceX: il lancio storico di Elon Musk


SpaceX: lancio rimandato per i due astronauti della NASA. Se la missione avrà successo, gli Stati Uniti potranno riaffermare la leadership globale nell'esplorazione dello spazio

SpaceX: lancio rimandato per i due astronauti della NASA. Se la missione avrà successo, gli Stati Uniti potranno riaffermare la leadership globale nell’esplorazione dello spazio

SpaceX: lancio rimandato per i due astronauti della NASA
Gli astronauti della NASA Douglas Hurley e Robert Behnken posano per una fotografia mentre partecipano a una prova generale prima della missione SpaceX Demo-2 della NASA, presso la Stazione Spaziale Internazionale di Cape Canaveral, Florida, Usa, 23 maggio NASA/Kim Shiflett/via REUTERS

Inizialmente previsto per mercoledì scorso, SpaceX – l’azienda aerospaziale fondata da Elon Musk – ha rimandato a oggi il suo lancio verso l’orbita terrestre. È un lancio che praticamente tutti i giornali hanno definito “storico”, per due ragioni: perché è il primo a essere gestito da un’azienda privata, e perché – dopo nove anni – degli astronauti americani verranno mandati in orbita partendo dal suolo americano. Con il ritiro del programma Space Shuttle nel 2011, infatti, la Nasa ha dovuto appoggiarsi all’Agenzia spaziale russa per trasportare i propri astronauti verso la Stazione spaziale internazionale.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img