Spiragli di democrazia


La protesta russa ha fallito? Quanto conterà il nuovo approccio più soft nei confronti dell'opposizione, che il Cremlino ha dichiarato di voler attuare?Le prossime questioni in primo piano saranno le regioni – con la possibilità di eleggere democraticamente i governatori – e l'imminente crisi fiscale, per cui la Russia non potrà seguitare a sostenere gli standard attuali di prelievo e al contempo di sostegno alla ristrutturazione industriale. Su questi e altri temi si consumerà il confronto fra il regime putiniano e il fronte di coloro che lo avversano.

La protesta russa ha fallito? Quanto conterà il nuovo approccio più soft nei confronti dell’opposizione, che il Cremlino ha dichiarato di voler attuare?Le prossime questioni in primo piano saranno le regioni – con la possibilità di eleggere democraticamente i governatori – e l’imminente crisi fiscale, per cui la Russia non potrà seguitare a sostenere gli standard attuali di prelievo e al contempo di sostegno alla ristrutturazione industriale. Su questi e altri temi si consumerà il confronto fra il regime putiniano e il fronte di coloro che lo avversano.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia