Sudafrica: di nuovo Zuma?


Saranno le prime elezioni senza Nelson Mandela, ma a parte l’assenza del simbolo della lotta antiapartheid, poco o nulla è destinato a cambiare nei rapporti di forza all’interno della politica sudafricana.

Saranno le prime elezioni senza Nelson Mandela, ma a parte l’assenza del simbolo della lotta antiapartheid, poco o nulla è destinato a cambiare nei rapporti di forza all’interno della politica sudafricana.

Il 7 maggio il Sud Africa andrà alle urne e il vincitore sembra scontato: Jacob Zuma e il suo ANC.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia

Unione europea: miti e leggende