spot_img

Sudan, il significato delle dimissioni del premier


Dopo la deposizione forzata di Hamdok e le proteste popolari proseguite dal suo reinsediamento a Primo Ministro, il Sudan torna nell'incertezza più totale

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Dopo la deposizione forzata di Hamdok e le proteste popolari proseguite dal suo reinsediamento a Primo Ministro, il Sudan torna nell’incertezza più totale

Dalla dittatura di Omar al-Bashir ai tentativi democratici di Abdalla Hamdok, passando per il forte ruolo dei militari guidati da Abdel al-Burhan. Nell’arco di pochi anni, il Sudan ha vissuto su un ottovolante che ha portato il Paese africano agli onori della cronaca internazionale, con la rivoluzione popolare capace di superare 30 anni di malgoverno vicino al terrorismo internazionale.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img