spot_img

Sulle ali del Leone


Partire per tornare, viaggiare sull’onda di un respiro più antico, sulle tracce di una vita che c’era, arrivare ai confini di un sogno, quello di Venezia e del suo mondo, e scoprirne poi mille altri. E sapere di sale e solitudine, incrociare le energie di tanti e la piccolezza di pochi. Veder scorrere il vento dove volevi e sentire l’amarezza di lasciarti già vagare in questo mondo. Belle parole. Grandi idee.

Partire per tornare, viaggiare sull’onda di un respiro più antico, sulle tracce di una vita che c’era, arrivare ai confini di un sogno, quello di Venezia e del suo mondo, e scoprirne poi mille altri. E sapere di sale e solitudine, incrociare le energie di tanti e la piccolezza di pochi. Veder scorrere il vento dove volevi e sentire l’amarezza di lasciarti già vagare in questo mondo. Belle parole. Grandi idee.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania