spot_img

Taccuino da Bruxelles


I BARBARI ALLE PORTE

“Il peggio è passato: la crisi economica è alle spalle.” Questo il mantra che viene ripetuto ossessivamente dai leader europei. E sull’economia potrebbero avere ragione, ma sono le ripercussioni politiche della crisi che farebbero bene a considerare.

I BARBARI ALLE PORTE

“Il peggio è passato: la crisi economica è alle spalle.” Questo il mantra che viene ripetuto ossessivamente dai leader europei. E sull’economia potrebbero avere ragione, ma sono le ripercussioni politiche della crisi che farebbero bene a considerare.

Molti sospettano che le elezioni per il Parlamento europeo a maggio daranno la sveglia a un continente che per decenni si è cullato nell’ineluttabilità di un’unione politica più estesa e convinta, fondata sui valori cristiani, social democratici e liberali ritenuti comuni all’Europa tutta.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img